Tarquinia (VT) Ara della Regina

Tarquinia (VT) - Ara della Regina

Questo imponente edificio di culto sorge nell’area dell’antica Tarquinia e se identifica la divinità tutelare con Artumes, omologho estrusco di Artemis-Diana. La città etrusca sorgeva sui rilievi a qualche chilometro dal mare, sul Pian di Civita, sul Pian della Regina e sul colle della Castellina, incluso nella cinta fortificata e ipotizzato come acropoli.

Sul punto più elevato del pianoro sono conservati i resti dell’Ara della Regina, il più grande tempio etrusco finora noto e che fu interamente riportato in luce e restaurato nel 1938. I resti oggi visibili sono riferibili in gran parte agli interventi della prima metà del IV sec. a.C., che si sovrapposero ad altre fasi costruttive e di ampliamento individuabili a partire dal VI sec. a.C. appunto nel IV sec. a.C. il santuario viene ampliato con la costruzione di un tempio su un terrapieno delimitato e sostenuto da muri a blocchi di calcare (macco).

Due strade ancora oggi individuabili fiancheggiavano l’edificio e si incontravano sul fronte dello stesso. La pianta del tempio era costituita da una scalinata, una cella preceduta da uno spazio articolato con colonne e fiancheggiata da due corridoi (alae) aperti sulla fronte. Le colonne ed il paramento esterno furono realizzati in nenfro (Il nenfro è una ignimbrite trachitica, cioè una varietà di tufo grigio scuro compatto ma facilmente scavabile e modellabile  tipico dell'Alto Lazio. La sua diffusione è molto delimitata localmente, come nel caso dell'analoga ignimbrite detta peperino , tipica della zona di Viterbo) mentre il tetto ligneo (e quindi non conservatosi) era abbellito da fregi e sculture in terracotta (a questi fregi appartiene la famosa coppia di cavalli alati).
In epoca romana l'area del santuario si arricchì di statue e monumenti commemorativi, e probabilmente fu ulteriormente abbellita con rivestimenti marmorei di pregio i cui frammenti sono ancora oggi individuabili camminando nell’area circostante.

Visualizza "Tarquinia (VT) Ara della Regina"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica