Ferentino (FR) – Castello di Porciano ruderi

Ferentino (FR) - Ruderi del castello di Porciano 

Situato in una posizione strategica era una valida roccaforte di difesa le cui prime testimonianze documentali sono del 926, ma numerose sono le testimonianze archeologiche che lasciano supporre agli studiosi una fondazione di molto precedente. 

Un documento del 1085 riguarda un atto di donazione al monastero di Subiaco da parte di un certo Trasmondo di Amato.

Porciano fu coinvolto nelle lotte tra il papa, il re di Napoli e e famiglie aristocratiche romane del XV secolo e a causa di ciò il castello fu saccheggiato e dato alle fiamme ("captum, spoliatum et combustum..."). La rocca rimase diruta fino al 1438 quando fu acquistata da Piero Viviani. Il borgo ed il castello ripresero un antico splendore con il beneplacido di papa Eugenio IV, parente dello stesso Pietro. Il castello fu ristrutturato e fortificato, ma prima della morte del Viviani assunsero il controllo gli eredi di famiglia, diseredati da Pietro, e mal visti dalla popolazione.

Al grido di "via il tiranno" la popolazione porcianese insorse infuriata, saccheggiando il castello. Il tiranno Ferraguto, figlio di Pietro fu legato e portato a Roma al cospetto di Pio II Piccolomini per chiederne l'esecuzione, ma il papa non la concesse e diede il castello (5 maggio 1464) al capitolo di Ferentino, quale legittimo precedente avente diritto. Questo non piacque agli abitanti al punto che piano piano nel XVI secolo iniziarono ad abbandonare il borgo preferendo i vicini borghi di Fiuggi e Acuto.

Nel 1477 passò ad Antonio Rovere con l'obbligo di pagare un censo annuo alla cattedrale di Ferentino. Nel secolo seguente era già secondo la cronaca "castri diruti Porciani" passando nell'asse patrimoniale dei Caetani.

All'inzio del XVIII secolo Porciano ormai è dichiarato disabitato e il borgo ed il castello furono utilizzati come cava di materiali edili per la costruzione del vicino omonimo paese...

Visualizza "Ferentino (FR) – Castello di Porciano ruderi"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica