COMUNE Guarcino

Guarcino (FR) – Ciaspolata da Campo Catino in cresta lungo le vette meridionali del Parco dei Monti Simbruini e degli Ernici al confine tra Lazio e Abruzzo

  • DISLIVELLO
  • TEMPO DI ESCURSIONE
  • LUNGHEZZA ITINERARIO
  • LIVELLO DIFFICOLTA'
  • CHI PUO' PARTECIPARE

Natura segreta: Ciaspolata da Campo Catino al Monte La Monna - In cresta lungo le vette meridionali del Parco dei Monti Simbruini e degli Ernici al confine tra Lazio e Abruzzo

Guarcino (FR) - La conca di Campo Catino ed il Monte Viglio - Foto di G. Garofoli (02-2010)

Guarcino (FR) - Ciaspolata da Campo Catino al Monte La Monna 

Tesori del Lazio propone un nuovo itinerario Outdoor di montagna, aperta a tutti, grandi e ragazzi abituati all’ambiente severo della montagna invernale e dotati di un minimo di attrezzatura invernale, per sabato 09 gennaio pv per una ciaspolata in cresta lungo le vette più meridionali del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini e le propaggini degli Ernici, che si svolgerà nel territorio di Guarcino (FR) al limite del confine regionale tra Lazio e Abruzzo. Una giornata che ci porterà in sicurezza tra le aeree vette innevate al limite dei 2000 metri, con panorami mozzafiato e scenari straordinari ammantati dal candore della neve... 

PROSSIMA DATA: 9 GENNAIO 2016

Ciaspolata


 

Guarcino (FR) - Ciaspolata da Campo Catino - 9 gennaio 2016 Tesori del Lazio Outdoor - Foto di G. Garofoli

Clicca sul banner per alcuni dettagli sugli appuntamenti e resta sempre aggiornato sulla nostra Pagina di Facebook cliccando qui e cerca tutti i dettagli leggendo di seguito:

-  PRIMO OUTDOOR TESORI DEL LAZIO 2016  -

Guarcino (FR) - Loc. Campo Catino - Dal Monte Vermicano verso il Peschio della Cornacchia - Foto di G. Garofoli (01-2014)

DOVE ANDREMO?

Una giornata di escursione invernale del territorio ciociaro, nella zona di Guarcino (FR), per aeree ed innevate creste, che si svilupperà quasi sempre sul limite del confine tra Lazio ed Abruzzo, in una gruppo montuoso al limite tra i Simbruini e gli Ernici dal grande interesse naturalistico.

Indimenticabili saranno i panorami aerei su gran parte dell’Appennino Centrale lungo tutto il tragitto, dai monti abruzzesi a quelli laziali alla Valle del Sacco fino a Roma..

DIFFICOLTÀ DEL PERCORSO

È una giornata in cui potrete portare anche i vostri ragazzi (minimo 12 anni) purché abbiano mostrato interesse verso le attività all’aria aperta, alla natura e alle escursioni in montagna in generale, abituati all’ambiente severo della montagna invernale e dotati di un minimo di attrezzatura invernale, nonché di spirito di adattamento.

Il percorso outdoor è perlopiù in cresta con brevi saliscendi ed è pertanto considerato di tipo escursionistico (E).

Di volta in volta, direttamente sul posto, verranno valutate le condizioni ambientali per proseguire l’escursione in completa sicurezza. Non ci saranno passaggi esposti o pericolosi, ma la imprevedibilità del clima potrebbe far decidere sul momento eventuali deviazioni o itinerari alternativi, rispetto a quanto descritto.

L’esposizione di alcuni passaggi al vento potrebbe rendere la neve dura e ventata e verranno pertanto decise sul momento eventuali deviazioni o itinerari alternativi. L’utilizzo delle racchette da neve permetterà, grazie alla particolare forma, di aumentare la superficie di appoggio e di sorpassare agevolmente anche tratti di neve soffice. La presenza sulle stesse ciaspole anche di piccoli ramponcini agevolerà la tenuta sulla neve più dura.

Alcuni passaggi su neve un po’ più dura, il costante saliscendi, il sentiero in cresta e la lunghezza in generale dell’itinerario di andata (circa 6 km) fanno aumentare il grado di difficoltà fino ad “escursionisti esperti” (EE).

In generale comunque nulla che possa impensierire chiunque sia abituato a passeggiate in montagna senza dimenticare poi che con la nostra supervisione ed i nostri consigli e aiuti il percorso si  rivelerà molto più semplice.

COSA VEDREMO

Campo Catino (1793 m.), stazione sciistica laziale di vecchia data, rappresenta per l’escursione un punto di partenza assai elevato che garantisce in questo periodo un sicuro buon innevamento. Si parte per un itinerario quasi ad anello, salendo verso la vetta del Monte Vermicano (1948 m.), per un sentiero innevato che coincide con il tracciato della pista da sci di cresta, con uno sguardo all’ampio anfiteatro di Campo Catino che sarà l’obiettivo del percorso di ritorno. In breve tempo la folla di sciatori, snowboarder e slittini sparirà per portarci in un ambiente di montagna assolutamente grandioso. Dalla vetta si ammirerà uno splendido panorama sul fondovalle e su tutta la dorsale montuosa della sentinella degli Ernici: La Monna. Raggiungeremo così una prima sella (1909 m.) scendendo un po’ per poi risalire ad una seconda sella (1940 m.) sotto al Peschio della Cornacchia. Proseguiremo poi sotto le pendici di Monte Pozzotello (1995 m.) fino ad entrare nella conca del Campovano (1888 m.). Attraversando la conca, dopo una serie di saliscendi, si risalirà verso il Passo del Diavolo (1903 m.) e continuando in cresta si salirà fino alla cima del Monte Fanfilli (1952 m.) per poi eventualmente arrivare, con un nuovo saliscendi di cresta, fino alla vetta de La Monna (1952 m.) con una croce svettante. Dalla vetta il panorama è, in ogni momento dell’anno, stupefacente: si potranno riconoscere i numerosi borghi ciociari da Vico nel Lazio a Collepardo, da Alatri e Frosinone, e i Monti Lepini, il Lago di Canterno e, talvolta, il promontorio del Circeo con le Isole Pontine. Non mancheranno i panorami sui Monti Tiburtini, i Colli Albani e Roma stessa.. Il ritorno nel pomeriggio è sullo stesso itinerario di andata fino al Peschio della Cornacchia e poi si scenderà nell’ampia conca innevata di Campo Catino per arrivare al rifugio/bar che ci permetterà di concludere la giornata appagandoci con una calda e invitante atmosfera alpina.  

COSA SERVE

Si raccomandano obbligatoriamente scarpe da trekking preferibilmente invernali o scarponi da neve, calzettoni pesanti, pantaloni (no jeans) meglio se da montagna o salopette da neve o con un pantavento con zip laterale, consigliate le ghette, abbigliamento a strati per l’outdoor invernale caldo e traspirante, guanti da neve e cappello, giacca impermeabile/antivento, ciaspole, bastoncini da trekking/escursionismo, occhiali da sole, pranzo al sacco, almeno 1 litro di acqua, spirito di adattamento e magari una macchinetta fotografica. In ogni caso portate con voi anche indumenti di ricambio da lasciare in macchina, a partire dai calzettoni... Non dimenticate che saremo tutto il giorno sulla neve intorno ai 2000 metri e che le temperature in questo ambiente possono improvvisamente scendere anche abbondantemente sotto lo zero. Regolatevi con le vostre precedenti esperienze di giornate intere sulla neve. Per questo consigliamo un caldo abbigliamento a strati, cappello e guanti, nonché una giacca impermeabile che dovrà essere sempre con voi nello zaino. Se avete dubbi sulla vostra attrezzatura, chiedete consigli per mail o al cellulare indicati alla sezione INFO della presente descrizione.  Se non possedete un paio di ciaspole, possiamo indicarvi negozi che a Roma o a Campocatino le affittano o possiamo prenotarle noi, ma abbiamo in tal caso la necessità di conoscere, in tempi brevissimi e con assoluta certezza, il numero esatto dei partecipanti per anticipare la quota di noleggio. Ovviamente il numero di ciaspole in affitto nei negozi romani e a Campocatino a disposizione è limitato e saranno assegnate in base all’ordine di iscrizione all’escursione (tramite mail/telefonata) dando priorità ai soci. ATTENZIONE: gli iscritti all’escursione che risulteranno sprovvisti dell’equipaggiamento sopra elencato saranno esclusi dal partecipare all’escursione stessa.  

RIASSUNTO INFO PERCORSO

Dislivello totale dell'itinerario : 200 metri circa - percorso con parziale anello studiato per uno sviluppo con brevi salite all'andata alternate da lunghe ma leggere discese e morbidi saliscendi al ritorno. Tempo di percorrenza totale: 6h circa, soste incluse Lunghezza a/r: circa 10 km Difficoltà: Media Scala difficoltà E/EE (da escursionistico a escursionistico esperto)

Guarcino (FR) - Loc. Campo Catino - Rientro per la Piana di Campocatino - Foto di G. Garofoli (01-2014)

CHI PUÒ PARTECIPARE E PRENOTAZIONI

Le uscite sono dedicate ai soci dell’Associazione Tesori del Lazio, ma chiunque fosse interessato può diventare facilmente e velocemente socio di Tesori del Lazio.  Chi non è ancora socio potrà associarsi compilando il modulo di richiesta adesione qui scaricabile  seguendo le istruzioni che trova su http://www.tesoridellazio.it/associarsi.php . Oppure potrà associarsi, in via eccezionale, direttamente al momento dell’appuntamento.

Chi non è ancora socio, e decide di prenotarsi nel giorno della uscita, deve sempre prenotarsi inviando una mail all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it indicando nome, cognome, età e recapiti telefonici.

Al momento della iscrizione si potrà scegliere tra le seguenti formule:

· socio ordinario (30€  per 5 uscite outdoor a scelta, convenzioni, assicurazione base e accesso alla sezione riservata del sito web)

· promozione speciale: iscrizione una tantum di 10€ comprensiva di assicurazione base e convenzioni, e pagamento in loco di volta in volta di 8€ per ciascuna uscita outdoor come contributo di partecipazione e organizzazione.

La tessera ha sempre validità 365 giorni dal momento dell’emissione.

soci possono invece prenotarsi direttamente sul form on line (con il numero di tessera definitivo o provvisorio) posto in fondo alla pagina dell’evento oppure scrivendo anche loro all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it. Indicare il numero di cellulare per le comunicazioni urgenti.

Per i ragazzi fino a 13 anni la prima uscita è gratis per permettergli di capire se il contatto con la natura e la storia possano essere di loro interesse. Pagheranno solo le quote "esterne" se dovute: ingressi musei, affitto attrezzature sportive, etc

Bambini fino a 10 annigratis (obbligatoria solo la quota di 10€ per l'assicurazione e gestione amministrativa). Hanno quindi diritto a partecipazione illimitata alle attività nei 365 giorni di validità della tessera purché sempre accompagnati da un genitore (socio) o un adulto associato e con delega dei genitori.

 

DURATA

L’escursione si concluderà nel pomeriggio con rientro alle macchine verso le 16.30 circa (al massimo al tramonto) dopo essere stati tutti insieme (facoltativo) al rifugio/bar posto alla base degli impianti di risalita sci per concludere la giornata con un dolce e caldo spuntino o salato e frizzante aperitivo.  

GLI APPUNTAMENTI

Primo appuntamento ore 7.30 Roma presso Piazzale Ostiense angolo Viale Marco Polo vicino alla fontana del palazzo del Gruppo Acea. Se vuoi vedere dove clicca su  http://goo.gl/maps/avM46. Ultimo appuntamento, alle ore 8.30, al  “Helen Bar” Tabacchi-Tavola Calda, posto a 1km circa dall’uscita del casello “Anagni-Fiuggi T.” dell’A1, lungo la Strada Statale SS155r - Raccordo di Fiuggi (ex Via Anticolana), direzione Fiuggi.  Il Bar è a 100 metri dopo lo svincolo per la Via Casilina, a sinistra  lungo la ex Anticolana, di fronte al complesso Marangoni 333. Se vuoi sapere dove clicca su  http://goo.gl/maps/uGtT9 Si partirà intorno alle 9.30 dal parcheggio della stazione sciistica di Campo Catino - Guarcino (FR). Se vuoi sapere dove clicca su  http://goo.gl/maps/cQn56 In tutti gli appuntamenti è possibile aggregarsi usufruendo dei posti auto disponibili. Soprattutto per il primo appuntamento, raggiungibile con i mezzi pubblici, possiamo riservare posti auto per i primi che si prenotano. Eventuali appuntamenti intermedi non previsti dal programma saranno valutati e concordati direttamente con i partecipanti che ne avranno fatta richiesta. IMPORTANTEGli appuntamenti sono esclusivi per quanti ci comunicheranno precedentemente l’adesione all’evento ed il luogo di appuntamento preferito. Aspetteremo solo chi ha confermato la partecipazione e rilasciato un numero di cellulare.

ESCLUSIONE, ANNULLAMENTO E/O VARIAZIONI

L’evento si terrà con minimo 5 e massimo 20 partecipanti/soci escluso il personale di staff di Tesori del Lazio ed il termine ultimo per la prenotazione sarà Venerdì 8 gennaio alle ore 20. Se entro questo termine non verrà raggiunto il numero minimo di partecipanti, l’evento sarà annullato. Qualora il numero di aderenti fosse leggermente sotto il numero minimo indicato potrà essere concordata con i singoli una versione ridotta del presente outdoor. Il programma può subire annullamenti o variazioni a causa di avverse condizioni atmosferiche ed è quindi utile tenere d’occhio il meteo nei giorni precedenti. Contattateci in caso di dubbi. L’escursione si terrà anche in assenza di neve.  Entro la serata di venerdì 9 gennaio verrà comunicata - via sms, e/o chat e/o mail e/o chiamata vocale - agli iscritti alla uscita - la conferma del regolare svolgimento del programma, l’annullamento o eventuali variazioni.  

COME COMPORTARSI

Rispettate gli appuntamenti e gli orari previsti per le varie fasi dell’evento Outdoor; evitate di causare disguidi e ritardi al gruppo; rispettate l’ambiente naturale e mantenete inalterate le caratteristiche storico-archeologiche del luogo frequentato. Tutti i partecipanti all’evento Outdoor devono sempre prestare la massima collaborazione e solidarietà costruttiva.
Iscrivendosi agli eventi Outdoor i partecipanti accettano e si impegnano ad osservare le norme del Vademecum TESORI DEL LAZIO OUTDOOR” e tutte le prescrizioni ed indicazioni riportate nelle eventuali schede informative e tecniche relative.

INFO

Resp.le dell'organizzazione di questo outdoor: Gianni Garofoli (339 1925557) Per qualsiasi informazione, chiarimenti e/o prenotazioni scrivere a outdoor@tesoridellazio.it o chiamare il 339 19 25 557  

IMPORTANTE

Gli eventuali costi per affitto materiale sportivo o per gli accessi ai siti visitati, etc sono a carico di ciascun partecipante. Le eventuali prenotazioni saranno preventivamente effettuate da Tesori del Lazio. La sola conferma di partecipazione utilizzando Facebook tramite commento al link o utilizzando il tasto "partecipo" nella scheda evento, non sarà presa in considerazione per l'appuntamento. Grazie a tutti!

Guarcino (FR) - Loc. Campo Catino - gruppo ciaspolata 2014 - Foto di G. Garofoli (01-2014)

Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO© 2016 - Tutti i diritti riservati

Visualizza "Guarcino (FR) – Ciaspolata da Campo Catino in cresta lungo le vette meridionali del Parco dei Monti Simbruini e degli Ernici al confine tra Lazio e Abruzzo"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Prenotati per questo outdoor

Devi eseguire il login per poterti prenotare per questa uscita
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica