COMUNE Vicovaro

Vicovaro (RM) – Monastero di S. Cosimato – Eremo di S. Benedetto

 Vicovaro (RM) - Monastero di S. Cosimato - Eremo di S. Benedetto 

- Testi elaborati da Tesori del Lazio (05-2010)

Da Roma seguendo l'autostrada A24 per L'Aquila, poco prima dell'uscita di Vicovaro-Mandela, si può notare alla nostra destra la profonda gola del fiume Aniene con un'alta parete rocciosa, sul cui ciglio si trova il monastero di San Cosimato.

L’Aniene qui forma un piccolo invaso artificiale, circondato da una rigogliosa natura nonostante l'incombente vicinanza dell'autostrada. Distribuiti sulla rupe ci sono molti altri ambienti, alcuni di difficile interpretazione, altri riconducibili a piccoli eremi, cappelle, celle dei monaci, a cui va aggiunta la presenza degli spechi di ben due acquedotti romani.

Il monastero di San Cosimato è uno dei luoghi più suggestivi e meno noti fra quelli legati alla vicenda di San Benedetto. Nei “Dialoghi”, di San Gregorio Magno, si narra che i monaci che vivevano nell'eremo si rivolsero al Santo perché facesse loro da abate, e che egli accettò di abbandonare la grotta presso Subiaco in cui si era ritirato in quel periodo, solo dopo molte insistenze.

Pregarono insistentemente il Santo affinché prendesse la guida della loro comunità… quando lo convinsero accettò l’incarico e iniziò a vigilare sul loro operato e sull’osservanza monastica… i monaci però ben presto si resero conto del loro errore: nulla era loro più permesso come prima! Per questo decisero di avvelenarlo… Ma S. Benedetto tracciando il segno della croce per la benedizione della coppa di vino avvele avvelenato fece qui il suo miracolo… la coppa andò in frantumi! Siamo proprio nelle grotte dove avvenne il miracolo!... avvenne il miracolo!"

San Benedetto abitò in una cappella scavata nella roccia, raggiungibile dal giardino del monastero grazie a una rampa di ripide scale tagliate nella pietra.

Nella grotta spicca un’opera lasciata all’incuria che ritrae il "Santo d'Assisi che riceve le Stimmate" opera, come tutti gli affreschi nella grotta/cappella, del pittore sabino Antonio Rosati, datata tra il 1670 e il 1683.

Visualizza "Vicovaro (RM) – Monastero di S. Cosimato – Eremo di S. Benedetto"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica