COMUNE Toffia

Toffia (RI) – Il Borgo

Toffia (RI) - Il Borgo 

- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO (10-2010)

Questo borgo è letteralmente aggrappato ad uno sperone di roccia e risale, come tutti i paesi della zona, al periodo dell’incastellamento, a seguito delle incursioni dei Saraceni. Frequentazioni dal neolitico fino all’epoca romana sono attestate dai numerosi ritrovamenti poco distanti da Toffia. In particolare nel paese sono sparse diverse testimonianze romane rinvenute nei dintorni o lungo la vicina Salaria, fra cui rocchi di colonna, teste di marmo, un leone funerario, epigrafi, etc..

Le prime testimonianze documentate risalgono attorno al X secolo dove viene citata “Tophila" in occasione di una donazione alla vicina Abbazia di Farfa. Il nome deriverebbe, secondo la tradizione, da un certo Teofilo (ma per alcuni Teobaldo) del Ducato di Spoleto che decise di costruire un castello in una località precedentemente abitata detta “Tophia”.

Da quel momento il castello con la sua posizione strategica fu a lungo conteso tra i Duchi di Spoleto e l’Abbazia di Farfa. Le contese continuarono poi tra gli Orsini e i Colonna, che lasciarono a noi comunque i palazzi fatti costruire dalle rispettive famiglie tra il 1300 e la metà del XVI secolo.

 

Un paese che visse una lunghissima contrapposizione interna prima tra l’Abbazia di Farfa e il ducato di Spoleto, poi tra i guelfi e i ghibellini e infine tra gli Orsini e i Colonna… un paese che solo dal 1927 rientrò a far parte della provincia di Rieti dopo esser stato a lungo della provincia di Perugia…

Tra il X e l’XI secolo grazie alla presenza della potente Abbazia di Farfa si venne a creare nei dintorni dei monti sabini un fitto sistema di castelli tra i quali Toffia, Bocchignano, Montopoli, Fara e Tarano. Le prime testimonianze documentate di Toffia risalgono attorno al 940 d.C. dove viene citata “Tophila" in occasione di una donazione alla vicina Abbazia di Farfa.

Il Castello, la cui fondazione è attribuita intorno al 935 da molti studiosi a Teobaldo duca di Spoleto sopra i resti di un centro romano, fu costruito col permesso dell’Abbazia ma col patto di cederne la metà della proprietà. La privilegiata posizione su di un aspro sperone di roccia fece in modo che  ben presto divenne oggetto di una lunga contesa proprio tra i duchi di Spoleto e l’Abbazia stessa.

I contrasti continuarono anche tra i Colonna e gli Orsini al punto che tali lotte divisero letteralmente in due il paese stesso che sorse intorno al castello con la creazione di due chiese, due forni e due accessi… ma ciò permise anche il fiorire di un centro storico ricco di palazzi nobiliari…

Visualizza "Toffia (RI) – Il Borgo"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica