Sperlonga (LT) – Il borgo

Sperlonga (LT) - Il borgo

La struttura urbana di Sperlonga è tipicamente medievale con il borgo, arroccato in cima ad uno sperone roccioso, sul nucleo centrale del promontorio di San Magno, al riparo dalle incursioni marine dei Saraceni. Forse il borgo prese il nome dalle numerose cavità naturali della zona (speluncae).

L’architettura degli edifici è quella tipica del mediterraneo: le case addossate con gli intonaci bianchi di calce, con archi, scale e strette viuzze.

Furono i romani a scoprire la zona, attratti dalla bellezza del luogo e dal clima mite, alla fine dell’età repubblicana, Realizzarono così grandiose e magnifiche residenze per l'otium. All’Imperatore Tiberio spetta il merito di aver fatto costruire una magnifica villa, che inglobava anche un’ampia grotta, nella quale furono collocate pregevoli opere marmoriche che celebravano le gesta dell'Odissea.

Si hanno le prime notizie documentate del "castrum Speloncae" nel X secolo dove si cita una chiesa dedicata a San Pietro, protettore dei pescatori. Nell'XI secolo l'abitato di Sperlonga sorto intorno al castello fu cinto da mura, dove si  aprivano due porte, la Portella (o Porta Carrese) e Porta Marina. Attualmente entrambe riportano lo stemma dell'aquila della famiglia Caetani.

Sperlonga fu oggetto nei secoli di un gran numero di incursioni, nonostante la costruzione di numerose torri di avvistamento, tra cui la sottostante Torre Truglia.

La più distruttiva fu quella del 1534, da parte del pirata saraceno Khair Ad-Dìn, detto il Barbarossa. Dopo la devastazione del 1534 passò quasi un secolo perché la vita tornasse a Sperlonga ma l'arrivo dei Turchi, nel 1622, si tradusse in una seconda distruzione della città.

La città fu ricostruita nell'attuale forma a testuggine ed arricchita di chiese e palazzi signorili solo tra il XVIII e il XIX secolo... Il grande sviluppo verrà solo dopo la costruzione della litoranea Terracina-Gaeta, aperta nel 1957!

Visualizza "Sperlonga (LT) – Il borgo"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica