COMUNE Riano

Riano (RM) – La Torre di Procoio Vecchio

Riano (RM) – La Torre di Procoio Vecchio  

- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO (02-2011)

 

Tra le numerose torri a presidio delle vie Flaminia e Tiberina, nell'immediate vicinanze di Roma, si evidenziano quelle di Procoio Vecchio e Procoio Nuovo, ma siamo in un territorio profondamente devastato a livello paesaggistico e storico da un numero impressionante di cave che ha inghiottito insediamenti, necropoli, castelli e torri di avvistamento…

Nella tenuta di Procoio Vecchio, lungo la Via Tiberina, sono conservate 2 importanti vedette svettanti su parallele colline. Questa tenuta appartenne nel Medioevo al Monastero di S. Paolo col nome di Precodium Grotta dè Greci, per poi passare alla famiglia dei Cesi, dal 1710 divenne dei Ruspoli e dal 1819 passò ai Boncompagni.

Sulla cima della seconda collina, al limitare della boscaglia, protetta dai una piccola pineta, rimane un’antica torre quadrata con lato di circa 6 metri. Purtroppo di questa torre, che risale secondo alcuni studiosi al XIV secolo, dopo il recente crollo, ne rimane solamente gran parte della metà settentrionale.

Sopra un primo basamento in laterizi alto circa 3 metri si ergono gli altri piani in tufelli o quel che ne rimane. La stessa boscaglia nasconde i resti della cinta muraria che affiorano poco più in basso.

Visualizza "Riano (RM) – La Torre di Procoio Vecchio"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica