Poggio Catino (RI) – fraz. di Catino – La Torre pentagonale

Poggio Catino (RI) - fraz. di Catino - La torre pentagonale

- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO (10-2010)

Arroccata sopra un dirupo verticale, alta e severa, svetta per oltre 20 metri la torre di Catino… Tanti hanno visto la lenta fine dei propri giorni chiusi all’interno, senza possibilità di essere visti o uditi… ora è silenziosa testimone del proprio passato…

 

L’elemento distintivo dell’insediamento è la torre con un forte sviluppo verticale e con una pianta pentagonale leggermente atipica, per questa particolarità insolita la torre rientra tra le tipologie di torri dette “a puntone”: l’angolo  infatti è appena accennato, si presenta cioè quasi come una sporgenza su uno dei lati più che un vero spigolo netto.

La torre fu luogo di alcuni tragici atti riportati dalla storia, ma uno in particolare determinò il passaggio di Catino ai possedimenti della Camera Apostolica di Roma sotto il Papa Sisto V: un fratricidio nella torre ad opera di Luigi di S. Eustachio, Signore di Poggio Catino, nei confronti del povero Ugo.

Erroneamente si riporta la Torre pentagonale come testimonianza del periodo della dominazione Longobarda (652 - 774): invece risale al X-XI secolo!

Visualizza "Poggio Catino (RI) – fraz. di Catino – La Torre pentagonale"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica