Palestrina (RM) – Villa di Adriano

Palestrina (RM) - Villa di Adriano 

- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO (12-2010)

 

Per non passare inosservati con le proprie ville, ai tempi dell’impero romano, si usavano delle sopraelevazioni “celebrative” che mostrassero come il proprietario della villa fosse al di sopra della gente comune… Nell’antica Praeneste (oggi Palestrina) i grandiosi resti di sostruzioni di una villa romana ci fanno pensare che il proprietario fosse vicino alla famiglia imperiale o fosse l’imperatore stesso!

 

Di fronte al fantastico palcoscenico del Santuario della Fortuna Primigenia di Praeneste sorge la “villa degli imperatori” detta “di Adriano” per via del ritrovamento alla fine del XVIII secolo della statua di Antinoo, il giovane amante dell’imperatore. Dell’esistenza di una villa imperiale e della presenza di Augusto, Tiberio e Marco Aurelio ancor oggi vi sono prove documentali mentre scarse sono altre prove della presenza in loco di Adriano (76 -138 d.C.).

Il complesso monumentale trova i suoi resti inglobati nel cimitero di Palestrina, realizzato dopo il  1860. Questi consistono, nel piano inferiore, in una serie di 20 aule rettangolari tutte comunicanti con lunghi corridoi, di dimensioni diverse ma tra loro parallele, realizzate in opera mista. Coperte da volta a botte erano tutte rivestite in coccio pesto e comunicanti tramite porte alte e strette coperte da ghiere di laterizi ad arco, non tutte visibili a causa dei frequenti fenomeni di spoliazione dei secoli successivi.

 

Un luogo utilizzato per più di 2500 anni… da villa imperiale (dove Svetonio ci riporta della frequentazione dell’imperatore Tiberio) a monastero medievale, da chiesa nel XIV secolo a cimitero monumentale dal 1864…

 

Del complesso monumentale “Villa di Adriano” oggi è visibile e visitabile il piano inferiore, che si presenta come un’imponente sostruzione per i vani dei due piani superiori dell’antica villa, oggi non più rintracciabili se non nei muri della sovrastante chiesa di Santa Maria in Villa.

Tale sostruzione serviva ad innalzare il livello della villa per renderla più imponente e maestosa e, contemporaneamente, veniva utilizzata come locali di servizio o magazzini e più spesso come cisterne. La presenza ancor oggi di coccio pesto sui pavimenti e di cordoli dello stesso agli angoli delle pareti, insieme a dei contrafforti sul perimetro esterno ci fanno ipotizzare ad un utilizzo prevalente come cisterne.

È possibile che con la soluzione progettuale dell’elevazione si volesse sfruttare anche  la vista del panorama antistante, verso la fertile pianura, e a nord verso il monumentale scenario della città di Praeneste, dominata dalle terrazze del santuario della Fortuna Primigenia.

Visualizza "Palestrina (RM) – Villa di Adriano"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica