Montelanico (RM) il borgo

Montelanico (RM) il borgo

Il piccolo centro agricolo di Montelanico sorge ilungo il torrente Torrente Rio. L'origine del suo nome è legato alla famiglia Metelli che sul territorio aveva un fondo chiamato Methellanicus. Intorno all'anno Mille il paese fu fortificato e munito di ‘Castro’,e le prime notizie del castello risalgono ad una bolla di Anastasio IV del 1154, nella quale Montelanico viene considerato proprietà dei canonici lateranensi; e a una del 1182, dove figura tra le proprietà della giurisdizione vescovile di Segni. Da qui inizia una lunga e tormentata serie di cambi di mano: nel 1189 i Ceccano furono i primi signori fino al 1428 ed in questo periodo fu terra di saccheggi e di rappresaglie da parte della Chiesa. Poi passò ai Conti di Segni, che avevano ereditato i territori limitrofi di Collemezzo, Pruni e Montelongo. Durante questo periodo fu teatro di saccheggi e distruzioni, alle lotte intestine fra i feudatari per i diritti di successione. Nel 1640 i Conti vendettero Montelanico e i castelli di Collemezzo, Pruni e Montelongo ai Barberini. Nel 1722, sotto il dominio di Don Camillo Pamphily Aldobrandini, Montelanico ebbe il suo primo statuto; i Doria Pamphily furono signori di Montelanico fino a quando non divenne Comune autonomo dello Stato Italiano. Il suo primo sindaco nel 1871 fu don Francesco Raimondi ,un sacerdote

Visualizza "Montelanico (RM) il borgo"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica