COMUNE Gaeta

Gaeta (LT) Grotta del Turco

Gaeta (LT) Grotta del Turco

 
Situata sotto il Santuario della Montagna Spaccata di Gaeta la grotta, a cui si accede attraverso una ripida scalinata, l’insenatura era utilizzata come base dai pirati saraceni (da cui il nome popolare).
I pirati seminarono il terrore sulla costa per oltre sessant’anni, circa tra l’850 e il 910. E’ questo il primo periodo della storia di Gaeta di cui abbiamo fonti storiografiche certe.
Nel IX secolo è ormai un importante centro commerciale e marittimo del mediterraneo, gode di indipendenza nei commerci e dai suoi porti partono navi per le destinazioni più lontane: le coste del nord Africa, Costantinopoli, Cipro ed il medio Oriente. Queste navi sono l’obiettivo dei pirati, che furono infine allontanati dal primo console di Gaeta, Costantino, vassallo di Andrea II di Napoli.
Costantino difese la città dagli attacchi dei pirati saraceni e eresse fortificazioni, costruendo postazioni periferiche, torri e castelli.

Visualizza "Gaeta (LT) Grotta del Turco"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica