Frasso Sabino (RI) Il Castello

Frasso Sabino (RI) - Il Castello

Le prime informazioni sul castello risalgono al 955, mentre informazioni più dettagliate si hanno dall’XI secolo. Sappiamo infatti che nel 1055 Alberto figlio di Gebbone ne donò una quota all'abate di Farfa, Berardo I.
Il castello non dovette rimanere in possesso del monastero per molto tempo, infatti già nel 1118 non risultava più sotto la sua giurisdizione. Net ‘300 diviene possesso dei Brancaleoni. Nel ‘400 Farfa, nel frattempo uscita dalla crisi del XII secolo, rivendica il possesso del castello facendo riferimento alla originaria donazione di Gebbone. Nel 1441 è occupato da Battista Savelli. I Brancaleoni allora donano il castello a Simodea Brancaleoni come dote per aver sposato Orso Cesarini. I Cesarini, per opera del cardinale Giuliano Cesarini versano una somma al Savelli per lasciare libero il castello. Castello che viene nuovamente attaccato dallo stesso Savelli nel 1447, destanto stavolta le ire di papa Niccolò V.
Nel 1573 i Cesarini di Frasso ed i Savelli di Poggio Nativo raggiungono un accordo che prevede la cessione di territorio di Frasso ai primi. Il castello passa dopo altre peripezie familiari ai colonna nel ‘700...
 

Visualizza "Frasso Sabino (RI) Il Castello"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica