Fiumicino (RM) – loc. Torreimpietra – Torre del Pagliaccetto

Fiumicino (RM) - loc. Torreimpietra - Torre del Pagliaccetto

-  Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO  (09-2010)

Una torre, che ha dato il nome ad uno dei più importanti siti preistorici del Lazio, è conosciuta per una leggenda di folletti e incantesimi...

Questa è la originale “Turris in petra” (Torre in Pietra) che diede il nome al vicino borgo fortificato “casale di Torrimpetra” che solo nel XVI secolo diviene residenza nobiliare con un assetto architettonico ben definito, con un’alta torre di avvistamento, e acquisendo univocamente il nome di Torreimpietra.  L’originale Torreimpreda (così rintracciabile nel catasto alessandrino del 1660), torre isolata, che si erge su un dirupo roccioso,  è oggi così nota con un altro nome: Torre di Pagliaccetto. La torre, di proprietà privata, alta circa 12 metri, collegata visivamente a quella di Palidoro serviva per l'avvistamento e la difesa del vicino borgo. L'aspetto attuale risale ai rifacimenti del XVII secolo per rafforzare la difesa del litorale da parte dello Stato Pontificio, ma alcune radicali modifiche sono state apportate nello scorso secolo.

Nei pressi della torre nella metà degli anni ’50 del secolo scorso, è stato rivenuto un importante sito preistorico risalente al paleolitico inferiore, con resti fossili di mammiferi e strumenti litici in pietra e selce. Un sito che riportò alla luce un numero così elevato di strumenti in pietra al punto da essere considerato per molti anni il più importante sito di riferimento del Paleolitico inferiore in Europa.

Una curiosità: il nome dato alla torre deriva da una leggenda popolare del settecento: si narra che Pagliaccetto, fattore del principe Falconieri, avesse poteri magici e tenesse al suo servizio novantanove folletti; in una notte grazie ai folletti avrebbe costruito i novantanove fontanili della tenuta di Torrimpietra, e tutt'intorno alla torre, sempre nella stessa notte, avrebbero piantato un uliveto. Ma i poteri magici di Pagliaccetto non finivano qua… si narra che possedesse il potere di incantare qualsiasi animale. La leggenda qui prende tre percorsi per arrivare allo stesso finale…  Quando fu licenziato dal suo padrone, il principe Falconieri, Pagliaccetto si fece seguire da tutti gli animali della zona  e insieme a loro si gettò in mare scomparendo tra le onde. Ancor oggi un silenzio innaturale avvolge la tenuta di Torrimpietra…

Visualizza "Fiumicino (RM) – loc. Torreimpietra – Torre del Pagliaccetto"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica