Fiumicino (RM) – Loc. Aeroporto L. da Vinci – Porto di Claudio

Fiumicino (RM) - Loc. Aeroporto L. da Vinci - Porto di Claudio

- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO (09-2012)

 

La zona dell’aeroporto di Fiumicino era, in epoca romana, lungo la linea di costa e si trova a ridosso del luogo scelto dall’imperatore Claudio nel 42 d.C. per la costruzione di un imponente porto marittimo a Nord della foce del Tevere. L’Imperatore Claudio per risolvere l’annosa questione dell’approvvigionamento granario di Roma, che avveniva per lo più via mare, e dell’ormai insufficiente grandezza del porto di Ostia, che col suo scalo fluviale non riusciva pìu a sostenere il ritmo dei fabbisogni della capitale del Mediterraneo, fece costruire, nonostante il parere contrario dei tecnici e degli ingegneri navali timorosi di utilizzare una zona fortemente soggetta ad interamenti e insabbiamenti, una colossale opera portuale con una grande isola-faro al centro, simile a quello di Alessandria d’Egitto.

Il nuovo porto doveva rappresentare un bacino tranquillo dove effettuare lo scarico delle merci dalle grandi navi da carico (naves onerariae) alle chiatte fluviali (naves caudicariae)più adatte alla riaslita del Tevere.

Forse già alla morte dell’imperatore (54 d.C.) l’opera era completata, tanto che nel 64 d.C. il figlio adottivo salito al trono Nerone lo commemora facendo coniare una moneta con il porto inciso.

Ma l’interro e l’insicurezza delle opere difensive portarono ad un rapido decadere del porto. Tacito riporta già nel 62 d.C. la distruzione di 200 navi ancorate durante una tempesta. Fu Traiano, tra il 102 ed il 112, che diede un nuovo assetto portuale alla zona, dotandola di un nuovo bacino più interno e di forma esagonale…

Quel che rimane del porto di Claudio è visibile tra le grandi piazzole poste per la viabilità aeroportuale. Un allineamento di muri in calcestruzzo e blocchi di travertino si allontana a perdita d’occhio (per quasi 1 chilometro) verso sud-ovest: è quel che rimane del molo gettato in mare aperto da Claudio chiudendo il porto dalle correnti di nord-ovest. Un blocco di calcestruzzo più grande, in una zona privata e recintata, indica la posizione dell’isola - faro, costruita utilizzando come cassaforma la nave di Caligola, affondandola, nave che era servità per il trasporto di un obelisco egiziano destinato al Circo Vaticano (oggi posto in Piazza S.Pietro - Roma). 

Visualizza "Fiumicino (RM) – Loc. Aeroporto L. da Vinci – Porto di Claudio"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica