COMUNE Faleria

Faleria (VT) Il borgo

 

Faleria (VT) Il borgo

Il borgo antico occupa la tipica posizione su un  promontorio tufaceo, delimitato da due profonde valli scavate dalla confluenza del torrente Treia stesso e del torrente Mola,e difeso dai lati più deboli dal lato nord-ovest di  Palazzo Anguillara e da una cinta muraria. Il primo insediamento si deve ai Falisci, nella località che nell'alto medioevo verrà chiamata "Piedicastello".  Pur collocandosi in pieno territorio falisco, Faleria non si deve identificare né con“Falerii Veteres”, distrutta dai romani nel 241 a.C., né con “Falerii Novi” ricostruita poco distante proprio dai romani. Con la costruzione del Castello Anguillara il borgo assume l’aspetto attuale di borgo fortificato. L’abitato si allarga verso Sud e vengono realizzate importanti opere difensive (concluse nel 1290). Nel XVI secolo l’abitato si amplia e viene costruita una nuova cinta muraria con torri e due porte d’accesso.  Nel 1660 tutti i beni Anguillara furono venduti al principe Borghese. Nel XIX secolo il nucleo conserva ancora intatto il perimetro difensivo, ma all’esterno delle mura si sviluppa il paese nuovo. Nel catasto urbano del 1873 compare la denominazione Faleria. All’inizio del XX secolo la cinta muraria rinascimentale e le porte d’accesso vengono demolite per fare spazio al palazzo comunale. L’antico borgo ai lati della Via Falisca, a causa dell'abbandono è stato evacuato negli anni '70..

Visualizza "Faleria (VT) Il borgo"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica