Cervara di Roma (RM) La Rocca

Cervara di Roma (RM) - La Rocca

La storia della Rocca, che domina la valle dell’Aniene dai suoi oltre 1000 metri di altitudine, per quanto di antica fondazione, è piuttosto breve e travagliata.

Se ne ha notizia a partire dal 1051 come facente parte dei possedimenti dell’Abbazia di Subiaco. Nel 1273 il monaco amministratore di Santa Scolastica, Pelagio, e Bartolomeo da Jenne approfittano della morte dell’abate per occupare Cervara e la fortezza. Dopo tre anni e solo dopo l’assedio da parte dell’abate Guglielmo di Borgogna, il papato riprende pieno controllo della cittadina.

Nel 1509 dopo un lungo periodo di tranquillità Cervara diviene oggetto dell’interesse di Pompeo Colonna. Nel 1511 il papa Giulio II si ammalò o gravemente che si ritenne imminente la sua morte. Prese forma un moto popolare e, con Antimo Savelli, Roberto Orsini e Giorgio Cesarini, Pompeo Colonna (più uomo d’arme e politico che uomo di chiesa) si pose alla testa dei malcontenti che serpeggiavano a Roma e, investendosi del ruolo di rappresentante della libertà romana, tenta la restaurazione della Repubblica Romana. Pur fallendo nel suo intento Pompeo Colonna (il papa non morì e chiese conto di quanto si tramava durante la sua malattia) si dedica ad alcune azioni tra cui la fortificazione della Rocca.

Rocca che però non resistette all’assalto, nel 1592, degli armati del brigante Marco Scarpa. L’attività del brigante più noto dell’Abruzzo si colloca durante la dominazione spagnola, verso la fine del XVI secolo, e fu alla testa di una milizia popolare di briganti, che raggiunse il numero di 800 unità.

Per i danni subiti la fortezza fu abbandonata e neanche la volontà di Pio VI di ripristinarne i fasti servì tanto elevate erano le spese necessarie per la sua riedificazione.  

Visualizza "Cervara di Roma (RM) La Rocca"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica