Capodimonte (VT) Visentium colombario

Capodimonte (VT)  Visentium colombario
 
Il centro di Visentium fu frequentato sin dall’età del bronzo con piuccoli nuclei abitativi, e divenne centro di grande importanza in epoca etrusca. Era il centro di un vasto e complesso sistema di insediamenti distribuiti a ovest e a sud del lago di Bolsena, e la popolazione che vi gravitava intorno è stata stimata in diverse decine di migliaia di persone. Divenne città romana nel 90 a. C. e la sua espansione territoriale crebbe ancora anche grazie alla strategica posizione al centro di diverse linee direttrici di comunicazione tra importanti centri abitati. Distrutta dai longobardi fu riedificata dalla famiglia Mastari. Fu poi degli Aldobrandeschi di Sovana, dei Farnese, compresa nel Ducato di Castro, e poi della Camera Apostolica. Fu infine abbandonata nel ‘800, a causa della malaria, con un editto di Papa Pio VII, principalmente a causa della malaria che infestava le zone intorno al lago. Nonostante questa ricchissima storia rimangono pochissimi resti archeologici da scovare o leggere tra la boscaglia del bellissimo e panoramico colle a picco sul lago. Numerosi sono stati invece i reperti individuati nel corso delle diverse campagne archeologiche, che oggi arricchiscono numerosi musei.

 

 

 

Visualizza "Capodimonte (VT) Visentium colombario"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica