COMUNE Calcata

Calcata (VT) – S. Maria – ruderi della torre di avvistamento

Calcata (VT) - S. Maria - ruderi della torre di avvistamento

- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO 

Sul versante opposto, rispetto a Calcata, vi è un piccolo insediamento medioevale, oggi con il toponimo di S. Maria.

È documentata la sua esistenza come una postazione fortificata già intorno al 950 d.C.

Dalla studio della documentazione sembra che questo piccolo insediamento possa identificarsi con il Castrum Sinibaldorum, citato in un atto della fine del XII secolo come proprietà di Pietro e Ottone Sinibaldi.

Ma già nel 1291, in un atto ecclesiastico, il castrum risulta diruto e abbandonato, al punto che, passato il feudo dai Sinibaldi agli Anguillara, il castello viene ricostruito su una nuova postazione (quella dell’attuale Calcata vecchia) sopra vestigia falische.

La torre trecentesca, a blocchi di tufo, presenta gli angoli in peperino; angoli ultimamente diventati oggetto di interesse per qualche “amante” senza scrupoli di antiche vestigia, dato che il peperino, ogni anno, sparisce di volta in volta. La porta è ad arco e, per ciascun lato, la torre presenta una feritoia.

L’insediamento si trova sopra un dirupo a picco con l’unico lato di accesso protetto tramite un evidente fossato.

Visualizza "Calcata (VT) – S. Maria – ruderi della torre di avvistamento"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica