Bracciano (RM) – fraz Vicarello – Stabilimento termale di Bagni di Vicarello

Bracciano (RM) - fraz Vicarello -  Stabilimento termale di Bagni di Vicarello
- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO 

A poche decine di metri dai resti delle terme romane, che testimoniano l’antica frequentazione del sito (e ancor prima dei romani anche probabilmente anche gli etruschi ), vi sono i resti inghiottiti dalla vegetazione delle terme “moderne”, abbandonate intorno agli anni '70 del '900... 
Il primo sviluppo dell’edificio è del 1737, quando  le Terme per opera del Collegio Romano Ungarico, proprietario del fondo, costruì lo stabilimento termale di Bagni di Vicarello. Nel 1852 alcune parti del vecchio stabilimento vennero demolite per ampliare l'impianto ed accogliere un maggior numero di ospiti.
Nel 1930 la gestione delle terme fu concessa Congregazione di Nostra Signora di Muhlhausen. Nella Seconda Guerra mondiale la casa termale fu occupata dalle truppe tedesche in ritirata e divenne un  ospedale.
Durante i diversi lavori di ampliamento furono spesso ritrovate tracce degli insediamenti più antichi, in particolare durante gli ampliamenti ottocenteschi  venne scoperta una stipe votiva contenente fra l'altro quattro calici d'argento incisi noti come i Bicchieri di Vicarello.

Visualizza "Bracciano (RM) – fraz Vicarello – Stabilimento termale di Bagni di Vicarello"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica