COMUNE Aquino

Aquino (FR) – Chiesa romanica della Madonna della Libera

Aquino (FR) - Chiesa romanica della Madonna della Libera

- Testi elaborati da Tesori del Lazio (05-2010) 

La chiesa, uno dei monumenti più importanti di Aquino, fu edificata tra il X e il XII secolo riutilizzando molto materiale di spoglio romano (marmi decorati e non, di grandi e piccole dimensioni, cornici, epigrafi, metope, etc.) e il famoso travertino locale.

Si ritiene che sia stata impiantata sopra una precedente chiesa  dedicata a S. Maria menzionata nell’827, la quale a sua volta fu costruita sicuramente sopra i resti di una necropoli monumentale e forse di un tempio dedicato ad Ercole.

Pur essendo la chiesa della Madonna della Libera un singolare e maestoso monumento, le notizie certe sono tutte relative agli sforzi compiuti nei secoli per scongiurarne la scomparsa... si ricorda ancora la forte protesta degli Aquinati, nel 1740, contro il Re di Napoli, a causa del suo stato di abbandono e delle spoliazioni...

La chiesa in stile romanico benedettino è simile alla chiesa abbaziale desideriana di Monte Cassino e sarebbe stata costruita tra il 1070 e il 1090 con la forte partecipazione di maestranze cistercensi provenienti dal cantiere di Cassino appena chiuso, ma altri studiosi concordano con l’edificazione in una precisa data: il 1125.

La facciata, affiancata a sinistra da una massiccia torre campanaria quadrata quasi tutta costituita da materiale di spoglio, è preceduta da un portico a tre arcate, costruito nel 1874 in occasione del VI centenario dalla morte di San Tommaso, ed un’ampia scalinata del 1955.

L’interno è a tre navate absidate ed è invece completamente spoglio; la sfortunata storia della chiesa ci riporta i motivi di tale austerità dettati più dagli eventi passati che da esigenze artistico-artitettoniche.

Non ultima in ordine di tempo e importanza, fu la sottrazione durante alcuni lavori di restauro nel settembre del 1991 del famoso sarcofago delle Quadrighe, una pregevole opera romana del II-III secolo d.C., una delle maggiori opere testimoni della grandiosità dell'arte funeraria romana in età imperiale.

Fortunatamente quest'ultima triste notizia ha un felice epilogo, sebbene dopo più di 20 anni: a luglio del 2012 i militari del Comando Provinciale della Guardia di  Finanza di Roma hanno intercettato l'opera presso un antiquario in Inghilterra e ne hanno permesso il rientro in Italia.

Visualizza "Aquino (FR) – Chiesa romanica della Madonna della Libera"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica