Allumiere (RM) – Borgo della Farnesiana

Allumiere (RM) - Borgo della Farnesiana
 - Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO (05-2010)

 

Caratteristico borgo, cresciuto intorno ad un mulino ad acqua, impiantato nel XVI secolo nella valle del Campaccio.

Nel 1462 con la scoperta delle miniere di alunite tutta la zona è in fermento. Per provvedere al sostentamento delle comunità dei minatori papa Paolo III Farnese fece creare un mulino, un forno ed una chiesetta insieme ad una azienda agricola.

Documenti attestano che i cappellani farnesiani (preti gesuiti legati alla famiglia Farnese) vi giunsero nel 1590 per la gestione del borgo. In questo modo nasce la Farnesiana, tenuta di circa 10.000 ha, che, fino alla fine del dominio Farnese, seguì il destino delle miniere, essendo data in appalto insieme alle stesse.

I discendenti della famiglia Farnese instaurarono una vera e propria signoria, in questa porzione di regione, che si promulgò fino all’estinzione della dinastia nel 1750 circa. Nel 1754 il borgo e il mulino vennero abbandonati e vi si istituì un'azienda agricola per la produzione del grano e l'allevamento del bestiame.

 

Il borgo presenta una parte diruta e una parte restaurata; proprietà dei Farnese fino al 1750 circa, con alterne vicende si arriva ai primi del 1800 quando, a causa dello scarso rendimento, venne ceduto, insieme ai terreni circostanti, al Monte di Pietà di Roma.

Sotto l’amministrazione di questo Istituto Bancario, l’azienda agricola, che gestiva il borgo e i terreni, conobbe il suo periodo migliore. Furono fatti importanti lavori di ampliamento al borgo, notevoli migliorie anche alla rete stradale con la costruzione di un ponte in pietra sul Rio Melledra, che reca ancora lo stemma del Monte di Pietà e la data di costruzione (1836).

Nel 1850 l’amministrazione dell’azienda decise di sostituire l’antico Oratorio di San Carlo, sito nel borgo, con una chiesa più grande e comoda, l’attuale chiesa neogotica dell’Immacolata Concezione.

Dopo la fine dello Stato Pontificio, la proprietà venne venduta all’asta e fu acquistata dal Marchese Gugliemi di Civitavecchia che nel 1877 cambio il nome della chiesa dedicandola all'Immacolata Concezione.

Ora i terreni e il borgo sono di proprietà della tenuta agricola "La Farnesiana" s.a.s.

Visualizza "Allumiere (RM) – Borgo della Farnesiana"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica