Albano Laziale Emissario del lago

Albano Laziale  Emissario del lago 

L’emissario del lago Albano è testimonianza delle grandi ambizioni e delle capacità ingegneristiche raggiunte dai romani. L’emissario mette in comunicazione il lago (uno dei più profondi d’Italia e privo di emissario naturale) con la località, esterna al cratere delle Mole. Ancora oggi è in funzione e stabilizza il livello delle acque del lago (anche se in regime di secca è lui ad apportare un modesto quantitativo di acqua di falda al bacino lacustre). L'emissario fu costruito, secondo lo storico Tito Livio, in un anno appena, dal 398 al 397 a.C., in seguito ad una profezia dell’oracolo di Delfi che aveva predetto ai Romani la vittoria su Veio nel momento in cui le acque del lago sarebbero giunte al mare. Per la sua realizzazione vennero utilizzate le truppe stesse impegnate a Veio, tanta era la determinazione a completare l'opera. Fu probabilmente realizzato su un precedente cunicolo del VI secolo a.C. già nato per regolare il livello delle acque del lago.
L’emissario inizia in un grosso ambiente a cielo aperto in opera quadrata adibito alla manovra delle paratie. E’ da qui che si apre il canale vero e proprio per il deflusso delle acque, lungo ben 1425 metri, largo 1.20 ed alto diversi metri. Il cunicolo era anche dotato di “filtri” (paratie fisse in pietra forata) per impedire ai detriti di occludere il condotto e migliorarne quindi la manutenzione. Il cunicolo dell’emissario passa sotto il ciglio del cratere del lago ed è areato da quattro o cinque pozzi che ne facilitarono la costruzione in corso d’opera, venendo utilizzati anche per lo smaltimento della terra. Intorno all’uscita della galleria dell’emissario, nel medioevo, sorse un piccolo borgo costituito da fontanili, canali, chiuse e mulini.

 

Visualizza "Albano Laziale Emissario del lago"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Richiedi maggiori informazioni

CAPTCHA Image
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica