Tesori del Lazio e la sicurezza in montagna

08 Mar 2017 Promozione sociale @dmin

Non dimenticate la sicurezza e i rischi associati alle pratiche sportive outdoor!

Nella stagione estiva si concentra la gran parte degli interventi di soccorso, dall'analisi dei quali si evidenzia la mancanza di percezione del rischio soprattutto da parte di chi ha poca esperienza, anche su percorso facile.

Un'escursione per quanto facile va sempre pianificata!

L’escursionismo occupa sempre i primi posti delle statistiche degli interventi del Soccorso alpino, tra questi si annovera anche la casistica dei cercatori di funghi che, ogni anno, fa registrare innumerevoli incidenti, nella maggior parte dei casi dovuti a scivolate...

 La superficialità con cui spesso si effettuano le escursioni, ipotizzate da chi le organizza delle semplici gitarelle, sono la causa di numerosi incidenti, che aumentano in estate per una serie di motivi tra cui la facilità con cui si arriva in posti climaticamente difficili in inverno e per il numero elevato di ore di luce che invoglia anche il meno esperto ad emulare la passeggiata vista sui social media o descritta da amici di amici.

Affidatevi a personale esperto anche per chiedere loro consigli

La gita, come l'arrampicata in falesia o la ciaspolata “fai da te” non aiutano certo a muovere i primi passi in sicurezza. La giusta esperienza si matura col tempo e, cosa assai auspicabile, attraverso la guida di un esperto. 

Un percorso da fare in compagnia di un amico esperto, di una Guida Alpina o, in modo ancora più efficace, attraverso la condivisione delle esperienze maturate nelle attività di associazioni che fanno tesoro delle proprie esperienze outdoor. Purtroppo, anche in montagna come tutte le attività outdoor, il “fai da te” va per la maggiore ma non è una buona regola.

Anche se la parte "avventurosa" affascini, se non si arriva agli estremi, spesso le attività outdoor non sottopongono le persone a grandi rischi, tuttavia i problemi possono non mancare. Durante gli interventi di soccorso si osserva che le cause sono, quasi sempre, da imputarsi a piccole negligenze o a banali errori; a volte però le conseguenze sono drammatiche.

Tutto sembra facile, e spesso lo sarebbe pure, se non si sottavalutassero i rischi nascosti e non si dimenticassero gli elementari principi di sicurezza.

Sicurezza in montagna

Prevenire per ridurre i rischi e passare una giornata in allegria!

La sicurezza vuol dire soprattutto prevenire gli incidenti, imparando a conoscere le proprie capacità e le insidie della ambiente naturale che ci circonda, sia esso collina, lago o montagna...

Inoltre è opinione comune che la sicurezza in montagna (o durante una qualsiasi escursione o attività outdoor) dipenda fortemente dall’attrezzatura posseduta. Al contrario di quanto si creda non basta possedere attrezzatura certificata con marchio CE, ma è anche fondamentale saperla impiegare con perizia, abilità acquisita solo con l'esperienza e eventuali corsi qualificanti specifici.

Si deve parlare sempre più di prevenzione, ovvero di come le persone debbano comportarsi per frequentare la montagna in sicurezza. Non esiste la "montagna assassina" ma persone spesso imprudenti che non sanno o non hanno voluto leggere i segnali di pericolo.
In montagna, così come in altri ambienti e anche nelle attività di vita quotidiana, non è ipotizzabile ridurre i pericoli a “rischio zero”; la montagna non è pericolosa per definizione e, nel contempo,non può essere “messa in sicurezza” in modo assoluto.

Per la diffusione di queste tematiche il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e il Club Alpino Italiano (CAI) hanno creato una CAMPAGNA PERMANENTE PER LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI IN MONTAGNA

www.sicurinmontagna.it 

info@sicurinmontagna.it

Sicurezza in montagna con Tesori del Lazio

L’obiettivo del progetto non è l’eliminazione totale dei
pericoli ma la ricerca della capacità di adattarsi all’ambiente ed alla situazione che si va ad affrontare; bisogna conoscere habitat, le tecniche, le nostre capacità psico-fisiche e soprattutto i nostri ragionevoli limiti d'azione. In definitiva, la prevenzione è un fatto di cultura personale!

sicuri in montagna CNSAS


C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica