Soriano nel Cimino (VT) - Selva di Malano - Ara del predicatore || Leggi tutti i dettagli su Tesori del Lazio
Downloads
Eventi nel Lazio
I tesori del Lazio
Gli Speciali
Outdoor

Home » I tesori del Lazio » Luoghi di culto pagani » Soriano nel Cimino (VT) - Selva di Malano - Ara del predicatore

Soriano nel Cimino (VT) - Selva di Malano - Ara del predicatore

Soriano nel Cimino (VT) - Selva di Malano - Ara del predicatore 

- Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO (11-2010)

Si ritiene che qui ci fosse una famosa scuola per apprendisti sacerdoti... sarà vero? Sicuramente l'inconsuetudine qui è di casa ...siamo vicini a Bomarzo!

In questi luoghi, tra la fitta boscaglia e i noccioleti, numerose sono le are pagane, al punto che alcuni studiosi hanno indicato questa località come una grande “scuola per gli apprendisti sacerdoti”. 

Secondo gli etruschi gli dèi condizionavano il destino degli uomini, ma il fato poteva essere preannunciato grazie all’interpretazione di alcuni segni che le divinità inviavano sulla terra. L’arte divinatoria si basava proprio sulla determinazione del templum, ossia uno spazio sacro in cui era suddiviso il cielo. il sacerdote etrusco risaliva alla divinità che governava quel settore e che quindi aveva scatenato il segno, per poi cercare di dare un’interpretazione alla volontà divina.

Se il pronostico era funesto, gli etruschi cercavano di evitare la sciagura offrendo sacrifici e riti propiziatori.

Questo insieme di conoscenze della volta celeste e dei segni celesti fu chiamato dai romani ”disciplina etrusca”.Tra le figure dei sacerdoti si riconoscevano:

- i fulguratores che osservavano le traiettorie dei fulmini;
- gli àuguri che interpretavano i voli degli uccelli;
- gli arùspici che leggevano le viscere degli animali sacrificati.


Molto importante era l'osservazione del volo degli uccelli; i sacerdoti ritenevano che se il volo degli uccelli si rivelasse da destra verso sinistra, quest'ultimo sarebbe stato un segno di buon auspicio; viceversa era ritenuto un cattivo presagio.
Da qui deriva l'asserzione che associa un "evento sinistro" ad un "evento negativo". 

Uno dei più vistosi monumenti rupestri è un masso ovoidale, al cui centro sono intagliati dieci scalini che portano alla piatta sommità. In cima sono individuabili tre are (dedicate forse alla triade etrusca: Tinia, Uni, Menrva che corrisponde per i romani a Giove, Giunone e Minerva).

Per la somiglianza con un pulpito, la popolazione locale, fin da tempi remoti, lo ha indicato con il nome di ara "del Predicatore”.

 

Visualizza "Soriano nel Cimino (VT) - Selva di Malano - Ara del predicatore" sulla mappa

Nei dintorni....

Visualizza nel dintorni:

Downloads
Eventi nel Lazio
I tesori del Lazio
Gli Speciali
Outdoor