Ariccia (RM) Basto del Diavolo || Leggi tutti i dettagli su Tesori del Lazio
Downloads
Eventi nel Lazio
I tesori del Lazio
Gli Speciali
Outdoor

Home » I tesori del Lazio » Antiche vie di comunicazione » Ariccia (RM) Basto del Diavolo

Comune: Ariccia

Ariccia (RM) Basto del Diavolo Foto di M. Pesci (07 2011)

Ariccia (RM) Basto del Diavolo

Ariccia (RM) Basto del Diavolo

La sistemazione del tracciato della antica Via Appia nel trtatto in cui passava sotto l’antica Aricia (Ariccia) diede un notevole impulso alla economia di quel tratto di territorio. Ariccia divenne infatti la prima stazione di sosta (statio) per chi partiva da Roma.
Dalla prima statio si passò presto a strutture commerciali organizzate, sino ad arrivare alla nascita del Foro Aricino, posto fuori Porta Romana. Il cosiddetto Basto del Diavolo che sorge all'incrocio tra l'Appia Antica e la via di Vallericcia, doveva essere la probabile porta urbica di accesso al Foro. Ha una struttura ad arco in opera quadrata di età repubblicana (II sec. a.C.). Il fronte orientale fu restaurato  nell’800.
 

Nel libro "Memorie storiche dell'antichissimo municipio ora terra dell'Ariccia e delle sue colonie Genzano, e Nemi" il canonico Emmanuele Lucidi, nel 1796, scriveva che il posto era chiamato dal volgo il "basto di Simon Mago", perchè il diavolo trasportò Simon Mago da questo luogo all'inferno...

Sotto l’arco è interrato il basolato della via Appia Antica, venuto alla luce negli scavi del 1980; l’altezza della porta che oggi osserviamo non è quindi ovviamente quella originale 

 
Visualizza "Ariccia (RM) Basto del Diavolo" sulla mappa

Nei dintorni....

Visualizza nel dintorni:

Downloads
Eventi nel Lazio
I tesori del Lazio
Gli Speciali
Outdoor