I test di Tesori del Lazio Outdoor
Downloads
Eventi nel Lazio
I tesori del Lazio
Gli Speciali
Outdoor

I test di Tesori del Lazio Outdoor

I test di Tesori del Lazio Outdoor

Abbigliamento - Calze

 

5° Raduno Outdoor Tesori del Lazio 2011 - “Fortificazioni nella Tuscia tra Etruschi e medioevo" - un'occasione straordinaria per ammirare e fotografare l’emergenze storico-archeologiche di questo territorio tra una vegetazione rigogliosa e a volte incontaminata, rappresentate da tombe etrusche con sarcofagi in nenfro, imponenti murature etrusche, mosaici, pozzi, cunicoli, insolite cisterne, castelli diruti con fossati, torri e mura difensive.

Oggi abbiamo provato le calze di XTECH acquistate da Maxblade, sito di riferimento per la vendita di coltelleria, torce ed articoli per outdoor e survival. L'XTECH è un azienda del bresciano che produce calze innovative e di elevata qualità apprezzate da atleti professionisti e non.

Le calze tecniche sono sicuramente importanti per una giornata all’aria aperta al pari delle scarpe. Diversamente dalle scarpe però non si possono provare in negozio e quindi bisogna sicuramente saperle scegliere. Ogni stagione è pronta a metterti i piedi alla prova e la riuscita di una giornata outdoor è sicuramente condizionata dalla scelta di calze e scarpe. La taglia di una calza come la sua composizione e lo spessore sono i fattori che dobbiamo tener presenti nel momento della scelta: una calza di lana merinos in caso di una giornata molto fredda potrà fare la differenza o altrettanto dicasi quando ci troviamo ad avere un paio di calze più grandi della nostra taglia che scivolano all’interno dello scarpone e che ad ogni passo non preannunciano di certo una serata di relax… Tenere i piedi protetti, caldi, asciutti e sani è un imperativo da non dimenticare. Oramai ci dirigiamo sempre più ad acquistare prodotti tecnici che aderiscono al piede evitando fastidiose pieghe e dotate di zone rinforzate come “cuscinetti” per i punti di maggiore attrito. Inoltre i filati sono tessuti con nuove tecniche e anche una calza di lana ha riacquistato nel pubblico sportivo una nuova affidabilità tenendo conto ad esempio che la lana merinos ha il vantaggio di prevenire arrossamenti e irritazioni e che i filati sintetici sono più resistenti all’usura.

Test Calze Xtech

Una tra le più recenti innovazioni poi è l’utilizzo di filati di argento, dove uno strato di argento viene legato alla fibra tessile. Questo tipo di filato permette una resa sportiva migliore essendo dotato di speciali caratteristiche di termodinamicità gestendo il calore sviluppato in maniera ottimale, ovvero trasferendolo e distribuendolo per tutta la superficie del tessuto. Questo contribuisce a ridurre la sensazione di calore ma anche di fatica donando una sensazione di benessere ed un piede asciutto.

Decidiamo di indossare, per un nostro raduno outdoor che si è tenuto agli inizi di Luglio 2011, dalla mattina alle 8.00 fino al tardo pomeriggio, alla ricerca di insediamenti etruschi e medievali in una zona tra selvagge forre, boschi e colline del viterbese (Lazio), proprio una calza XTECH Silver Action. Considerando che la temperatura si sarebbe aggirata intorno ai 30°C e che i movimenti sarebbero stati molto poco lineari ma perlopiù imprevedibili a causa degli inesistenti sentieri e di una vegetazione nel suo momento di massimo vigore, abbiamo pensato ad utilizzare una calza che ci avrebbe garantito una elevata traspirabilità, un buon isolamento termico e un fondamentale piede asciutto.

Consci di poter trarre i migliori benefici con una giusta accoppiata scarpa/calza, abbiamo optato per una scarpa alta, di una nota marca italiana, a coprire il tendine d’Achille, studiata per percorsi di hiking/trekking con un buon compromesso tra comfort e tecnicità e dotata di una struttura robusta, un puntale in gomma preformato protettivo, con la tomaia in pelle scamosciata con inserti in mesh traspirante e di una fodera in Goretex®.

Sorprendentemente abbiamo avuto tutto il giorno non solo un piede asciutto ma anche particolarmente defatigato. Questo grazie ai filati d’argento e poliestere che hanno permesso non solo termoregolarità ma anche un’azione antistatica che ha favorito la circolazione del sangue e l’ossigenazione delle cellule, con il risultato di un’azione antistress contro il senso di affaticamento. Sicuramente un altro argomento a favore di questa calza sono i rinforzi evidenziati da una diversa tessitura della calza, realizzata con tensione diversa a partire dalla zona caviglia, passando per la zona del malleolo fino a salire lungo la tibia e dietro fino al polpaccio. Questo contribuisce enormemente a favorire e migliorare la circolazione del sangue verso il cuore attenuando lo stress e le sensazioni di dolore e fatica.

Un bordo alto più di 5 cm ha garantito una tenuta sicura della calza al polpaccio senza mai scivolare o stringere eccessivamente, un morbido rinforzo protettivo anti-urto e anti-usura è posto sull’altezza della tibia e del polpaccio garantendo una maggiore protezione dagli urti, e per lo stesso motivo troviamo un rinforzo sul malleolo. Dalla lettura della composizione si comprende anche il motivo della leggerezza di queste calze e della loro caratteristica di lasciarci “inodori” alla fine di una intensa giornata all’aria aperta: il filato SKIN-LIFE® di cui la calza è composta per il 51% è una Microfibra sintetica, con proprietà batteriostatiche che offre elevate prestazioni di comfort, leggerezza e traspirabilità, garantendo il mantenimento della temperatura corporea ottimale. Il tallone, la zona plantare e la punta poi sono tessuti con una diversa maglia ancor più morbida che crea una soffice intercapedine tra scarpa e piede.

Come di regola avevamo portato una seconda calza di ricambio nello zaino ma per la prima volta, giunti alla macchina, non si è sentito il bisogno di rinfrescare il piede cambiando la calza e riattivare la circolazione con un piccolo massaggio…

Al test di primo lavaggio a 30° C, con un normale detersivo non aggressivo e una centrifuga per non più di 2 minuti a 400 giri, le calze non hanno riportato evidenti segni di usura o di allentamento delle fibre. Certo è che dalla loro parte hanno anche una serie di rinforzi che non solo garantiscono una maggiore protezione alle articolazioni ma sicuramente anche una maggiore durata del prodotto stesso. Si ricordi poi che il Nostatex®, di cui la calza è composta per circa il 40%, non perde con i lavaggi le caratteristiche antistatiche, di termoregolazione e la funzione antibatterica.

Insomma al primo utilizzo nel complesso una calza che non solo ci ha soddisfatti ma ci ha lasciati anche felicemente sorpresi per la resa superiore a quanto si trova in giro con un prezzo di mercato superiore alla media. Continueremo ad utilizzarle per comprendere il grado di usurabilità consapevoli di rientrare a fine giornata con un piede asciutto e senza cattivi odori e con una eccezionale sensazione di confort, ma con il timore di doverle sostituire con chissà quale altra calza…

Alla prossima.

G. Garofoli
Member Team Tesori del Lazio

Archivio Articoli Completo »