Ischia di Castro (VT) – Dalle grotte carsiche vive frequentate nel Paleolitico agli eremi nel tufo.

  • DISLIVELLO
  • TEMPO DI ESCURSIONE
  • LUNGHEZZA ITINERARIO
  • LIVELLO DIFFICOLTA'
  • CHI PUO' PARTECIPARE
Insediamenti perduti: Insediamenti rupestri della Valle del Fiora  ISCHIA DI CASTRO VT Grotta Nuova  

Ischia di Castro (VT) Dalle grotte carsiche vive, frequentate nel Paleolitico, agli eremi nel tufo.

Da Ischia di Castro (VT) nella Grotta Nuova o dell’Infernaccio per poi passare per gli eremi di Poggio Conte, in località Chiusa dell’Armine, e di Ripatonna Cicognina, in località Chiusa del Vescovo, interamente scavati nella rupe tufacea e caratterizzati da architetture piuttosto complesse e decorazioni d’ispirazione gotico-cistercense con pilastri, costolature e altare. Le cascate dei vari affluenti del Fiora che avvicineremo non mancheranno poi di sorprenderci.

Si potrà concludere la giornata con una bella escursione nel territorio etrusco della fiorente città perduta di Castro, dove andremo a visitare i luoghi etrusco-romani (tombe e colombari) e la Via Cava, la tagliata etrusca utilizzata fino al Rinascimento, che secondo molti studiosi ricalca l'antico percorso della Via Clodia...

PROSSIMA DATA:  23/03/2013


Dettagli su: http://www.facebook.com/events/126179850898998 oppure di seguito:

Tesori del Lazio propone un nuovo Raduno Outdoor per sabato 23 marzo Insediamenti perduti: Insediamenti rupestri della Valle del Fiora che si svolgerà prevalentemente nella zona di Ischia di Castro e Farnese (VT). L’evento a richiesta sarà ripetuto domenica 24  marzo pv

Sarà un evento Outdoor che ci porterà tra inaspettati ed affascinanti luoghi senza tempo, tra forre vulcaniche, grotte carsiche e insediamenti religiosi rupestri scavati nel tufo e nascosti da una eccezionale e rigogliosa vegetazione, alla scoperta di un territorio ricco di storia e testimonianze archeologiche, caratterizzato dalla presenza della famosa e potente capitale del Ducato dei Farnese: la città morta di Castro, saccheggiata e distrutta definitivamente nel 1649…

 

- SECONDO OUTDOOR TESORI DEL LAZIO 2013

DOVE ANDREMO?

Nella zona del fiume Fiora, tra i territori dell’antico e potente ducato di Castro, dove tra incantevole natura, cascate e ruscelli esploreremo ambienti utilizzati dall’uomo primitivo per motivi religioso-spirituali come grotte naturali e ambienti rupestri ricreati dall’uomo nel medioevo, scavati per condurre una vita monastica lontana da occhi indiscreti… In un territorio di grande valore storico- archeologico e naturalistico!

DIFFICOLTA’ DEL PERCORSO

Il percorso è parzialmente su strade campestri e/o sentieri in piano, con semplici dislivelli su sentiero e pertanto considerato facile (T), ovviamente l’avvicinamento alle grotte o agli eremi non sempre è agevole e comodo, così come il curiosare tra le numerose grotte o scendere verso il greto dei fossi, e questo, per la natura dei luoghi umidi e per la mancanza di appoggi in sicurezza con mancorrenti fissi, fa aumentare, seppur talvolta di soli pochi metri, il grado di difficoltà da escursionisti (E) a escursionisti esperti (EE). Ciò non deve impensierire nemmeno i più inesperti, parliamo di piccolissimi tratti che con i nostri consigli e aiuti si riveleranno molto più semplici.

COSA VEDREMO

Esploreremo fin da subito una grotta carsica, nascosta in un bosco, che si apre agli occhi dei visitatori con una grande frana in una dolina tra felci, muschi e un ruscello. Una grotta utilizzata dall’uomo fin dall’età del bronzo per scopi cultuali e rituali, come attestano i ritrovamenti di ciotolame in ceramica deposto con frutta, semi e parti di animali.  Poi ci recheremo in un insediamento nella zona di Chiusa del Vescovo, denominato Ripatonna Cicognina o Ripatogno. Un romitorio a 3 piani ricavato nel fronte roccioso a strapiombo su un pianoro tra una rigogliosa natura. Tra ballatoi e stanze ricavate nella roccia, cisterne, aperture, gradini e cavità di ogni tipo si arriva alla antica chiesa con abside e presbiterio rialzati da pedana e i resti di affreschi tardo senesi del XV secolo. Passeremo poi alla chiesa rupestre e all’attiguo insediamento di Poggio Conte nella Località Chiusa dell’Armine. Posta quasi a strapiombo su un dirupo la chiesa presenta locali con pilastri, montanti, capitelli e volta cupoliforme, tutto di ispirazione gotico-cistercense e interamente scavato a mano. Disegni floreali e immaginari ancora oggi fortemente colorati e quanto rimane di alcune figure di santi e apostoli danno ai locali un fascino unico... Nelle immediate vicinanze i locali scavati nella roccia e quanto rimane dell’insediamento monastico insieme ad alcune tombe a camera, immersi nella natura incredibilmente selvaggia e col rumore di una scrosciante vicina cascata, ci ritroveremo nel XIII secolo…

Se avremo tempo dopo la pausa pranzo ci recheremo nel territorio dell’antica Castro, fiorente centro etrusco del territorio vulcente, che ha continuato la sua fortuna in epoca romana e sopravvisse in età medievale fino ad arrivare all’età moderna quando fu capitale del potente ducato dei Farnese. Fu distrutto dalle truppe di Papa Innocenzo V nel 1649. Andremo a scoprire la sua storia etrusco-romana fatta di grandiose tombe a camera o colombari e di una imponente Via Cava alta più di 20 metri…

COSA SERVE

Come sempre scarpe da trekking, abbigliamento comodo da outdoor, impermeabile nello zaino e quanto occorrente per il pranzo "al sacco". Sono previste soste in paese per la colazione e a fine tour. Consigliabile una piccola torcia (con batterie cariche) per chi volesse “curiosare” all’interno delle numerose tombe, scantinati e silos della città morta e nei cunicoli. Eventuali caschi di tipo speleo saranno forniti, a turno, di volta in volta dal personale del Team di Tesori del Lazio, per i più “prudenti”.

CHI PUÒ PARTECIPARE E PRENOTAZIONI

Le uscite sono dedicate ai soci dell’Associazione Tesori del Lazio, ma se avete amici portateli con voi, sono aperte a tutti gli interessati! Chi non è ancora socio potrà associarsi compilando il modulo di richiesta adesione qui scaricabile seguendo le istruzioni che trova su http://www.tesoridellazio.it/associarsi.php. Oppure potrà associarsi in via eccezionale direttamente al momento dell’appuntamento. Se avete il nominativo qualche giorno prima mettetevi in contatto e potremmo velocizzare le pratiche per l’emissione della tessera e l’assicurazione. Chi non è ancora socio deve prenotarsi inviando una mail all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it indicando nome, cognome, età e recapiti telefonici. I non soci potranno al momento scegliere se usufruire della vostra stessa promozione (socio ordinario 30€ compresa assicurazione base, 5 uscite outdoor a scelta, convenzioni ed accesso alla sezione riservata del sito web) oppure della promozione speciale (iscrizione una tantum 10€ compresa assicurazione base e convenzioni e pagamento in loco di volta in volta di 8€ per ciascuna uscita outdoor). Come sempre la tessera e l'assicurazione avranno validità 365 giorni dal momento dell’emissione.

I soci possono invece prenotarsi direttamente sul form on line (con il numero di tessera definitivo o provvisorio) posto in fondo alla presente pagina oppure via mail all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it. Riportare in entrambi i casi il numero di cellulare per le comunicazioni urgenti.

DURATA

Il tour base si concluderà con un pranzo al sacco dopo aver visitato l’ultimo eremo previsto. Per chi volesse proseguire con noi, se le forze e il tempo a disposizione ci assistono, subito dopo andremo nella zona della città di Castro, per visitare le tombe etrusche i colombari e, guadando il fiume Olpeta, la grandiosa via cava, una tagliata etrusca alta circa 20 metri utilizzata fino al Rinascimento, che, secondo alcuni studiosi, ricalcava l’antica Via Clodia.

GLI APPUNTAMENTI

Per chi parte da Roma primo appuntamento (solo su richiesta) ore 8.00 a Roma presso San Giovanni in Laterano, sotto la statua di San Francesco. Se vuoi vedere dove clicca su http://goo.gl/maps/Bnxci

Secondo appuntamento ore 9.00 dopo l’uscita Orte (VT) dell'autostrada A1 - al parcheggio del PuntoBlu subito dopo il casello a destra. Se vuoi vedere dove clicca su http://goo.gl/maps/Fq18I

Terzo appuntamento ore 9.30 dopo l’uscita“Siena-Cassia-Montefiascone” dellaSS675, lungo laSS2 Nord direzione Montefiascone, al km 86,00  dopo 900 metri circa, in uno slargo a destra tra l’ingresso di un mobilificio e immediatamente prima della concessionaria “BMW” e “Mini”. Guarda dove cliccando su http://goo.gl/maps/7yyD3

Oppure appuntamento alternativo per chi proviene dalla A12 “Roma-Civitavecchia” deve percorrere la SS1 direzione “Grosseto” e uscire al km 107,550 per Montalto di Castro (VT). Appuntamento alle 09.30 presso la prima area di servizio  carburante “no logo” della S.S. 312 “Castrese” a destra, direzione Viterbo. Se vuoi vedere dove clicca su http://goo.gl/maps/5ZP4Y

Ultimo appuntamento, solo per chi è pratico della zona, partenza per la vicina zona dell’escursione alle ore 10.15, da Farnese (VT), dal parcheggio vicino alla fontana, posta all’inizio dei giardini pubblici della Strada Provinciale 47, subito dopo il grandioso viadotto ducale. Se vuoi sapere dove clicca su  http://goo.gl/maps/Z6BRS

IMPORTANTE: Gli appuntamenti sono esclusivi per quanti ci comunicheranno precedentemente l’adesione all’evento ed il luogo di appuntamento preferito. Aspetteremo solo chi ci ha confermato la partecipazione.

ESCLUSIONE, ANNULLAMENTO E/O VARIAZIONI

L’evento si terrà con minimo 8 partecipanti/soci escluso il personale di staff di Tesori del Lazio. Il programma può subire annullamenti o variazioni a causa di avverse condizioni atmosferiche. E utile quindi tenere d’occhio il meteo nei giorni precedenti, scriverci in caso di dubbi, e controllare il vostro cellulare poiché vi informeremo tempestivamente con un sms in caso di annullamento, oltre che le pagine dei social media di riferimento e il sito istituzionale.

COME COMPORTARSI

Rispettate gli appuntamenti e gli orari previsti per le varie fasi dell’evento Outdoor, evitate di causare disguidi e ritardi al gruppo; rispettate l’ambiente naturale e mantenete inalterate le caratteristiche storico-archeologiche del luogo frequentato. Tutti i partecipanti all’evento Outdoor devono sempre prestare la massima collaborazione e solidarietà costruttiva. Iscrivendosi agli eventi Outdoor i partecipanti accettano e si impegnano ad osservare le norme del “Vademecum TESORI DEL LAZIO OUTDOOR” e tutte le prescrizioni ed indicazioni riportate nelle eventuali schede informative e tecniche relative.

INFO

Per qualsiasi informazione, chiarimenti e/o prenotazioni scrivere a outdoor@tesoridellazio.it Fateci sapere se verrete con noi... e se siete Soci di Tesori del Lazio utilizzate l’apposito form di prenotazione dell’evento Outdoor posto in fondo a questa pagina!

IMPORTANTE

Se avete intenzione di venire la conferma DEFINITIVA dovrà essere comunque tramite mail indirizzata a outdoor@tesoridellazio.it o con il modulo di prenotazione sopra richiamato riportando anche il numero del Vs. cellulare per eventuali accordi e comunicazioni dell’ultimissimo minuto. Diversamente, la sola conferma tramite commento al link o utilizzando il tasto "partecipo" nella scheda evento di facebook, non sarà presa in considerazione per l'appuntamento. Questa modalità vale per tutti anche per coloro che hanno già partecipato ai precedenti eventi outdoor Grazie a tutti!

 

Visualizza "Ischia di Castro (VT) – Dalle grotte carsiche vive frequentate nel Paleolitico agli eremi nel tufo."
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Prenotati per questo outdoor

Devi eseguire il login per poterti prenotare per questa uscita
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica