Gallicano nel Lazio (RM) – Alla riscoperta degli antichi acquedotti romani nel territorio prenestino

  • DISLIVELLO
  • TEMPO DI ESCURSIONE
  • LUNGHEZZA ITINERARIO
  • LIVELLO DIFFICOLTA'
  • CHI PUO' PARTECIPARE

Acquedotti nascosti: “I Giganti dell’Acqua”

Gallicano nel Lazio (RM) - Ponte Taulella

Gallicano nel Lazio (RM) - Alla riscoperta degli antichi e maestosi acquedotti romani nascosti tra i lussureggianti valloni del territorio prenestino…

Esploriamo il territorio dei “Giganti dell’Acqua”: l’area tra Gallicano nel Lazio e Tivoli (RM) è attraversato dai resti di ben quattro antichi acquedotti romani provenienti dall'alta valle dell'Aniene per portare l’acqua a Roma. Il percorso degli acquedotti rappresenta un'occasione straordinaria per riscoprire ed ammirare i resti di importanti opere idrauliche dell'epoca romana, all’interno di un’area naturalistica ricca di una vegetazione rigogliosa e incontaminata.

PROSSIMA DATA: 24/11/2012

XIV OUTDOOR TESORI DEL LAZIO - Gallicano nel Lazio (RM)

PROGRAMMA

Tesori del Lazio propone un nuovo Raduno Outdoor per sabato 24 novembre pv: Acquedotti nascosti: I giganti dell’acqua che si svolgerà prevalentemente nella zona di Gallicano nel Lazio (RM) e parzialmente in quella di S. Vittorino (RM) e San Gregorio da Sassola (RM), nell’area che arriva fino a Tivoli (RM).

Sarà un evento Outdoor che ci porterà alla scoperta di un territorio straordinario e alla riscoperta degli antichi e maestosi acquedotti romani nascosti tra i lussureggianti valloni del territorio prenestino….

L’evento è patrocinato dal comune di Gallicano nel Lazio (RM) - A tutti i partecipanti sarà consegnato, fino ad esaurimento scorte, del materiale informativo (itinerari, cartine, opuscoli, etc) sul patrimonio archeologico e naturalistico del territorio comunale.

Saremo accompagnati, per la prima parte del percorso, dall’Assessore all’ambiente e da uno storico, che ci esporranno la storia degli acquedotti romani, opera di ingegneria idraulica, artistica e architettonica che è sopravvissuta nei secoli giungendo fino a noi spesso ancora intatta. Per chi lo desideri si potrà percorrere la galleria di servizio della Bullica dove, all’interno, si terrà una breve lezione di avvicinamento alla speleo-archeologia tenuta dal team di Tesori del Lazio.

Tutti i dettagli sulla pagina di Facebook

 oppure di seguito:

-   QUATTORDICESIMO OUTDOOR TESORI DEL LAZIO 

DOVE ANDREMO?

Esploreremo il territorio dei “Giganti dell’Acqua”, l’area tra Gallicano nel Lazio e Tivoli (RM) attraversata dai resti di ben quattro antichi acquedotti romani provenienti dall'alta valle dell'Aniene per portare l’acqua a Roma. Il percorso degli acquedotti rappresenta un'occasione straordinaria per riscoprire ed ammirare i resti di importanti opere idrauliche dell'epoca romana, all’interno di un’area naturalistica ricca di una vegetazione rigogliosa e incontaminata. Andremo nel territorio degli antichi acquedotti romani Anio Vetus (272-270 a.C.) e Aqua Marcia (144-140 a.C.) nella prima parte della giornata e poi, volendo, in quello dell’Aqua Claudia (38-52 d.C.) e dell’Anio Novus (38-52 d.C.). L'Anio Vetus e ed il Novus captavano l'acqua direttamente dall’Aniene, mentre gli acquedotti Aqua Marcia e Claudia la prelevavano da sorgenti purissime. Gran parte del loro percorso era sotterraneo, ma scavalcavano le profonde gole che caratterizzano quest'area su grandiosi ponti, molti dei quali ancora in piedi nascosti tra la fitta vegetazione.

DIFFICOLTA’ DEL PERCORSO

Il percorso è per la prima parte, quasi tutto su strada campestre/sentiero in piano e pertanto considerato facile (T), ovviamente l’avvicinamento ai monumentali ponti non sempre è agevole e comodo, si tratta spesso di scendere verso il greto dei fossi, e questo, per la natura dei luoghi umidi e per la mancanza di sentiero battuto, fa aumentare, seppur talvolta di soli pochi metri, il grado di difficoltà da escursionisti (E) a escursionisti esperti (EE). Ciò non deve impensierire nemmeno i più inesperti, parliamo di piccoli tratti che con i nostri consigli e aiuti si riveleranno molto più semplici.

La seconda parte della giornata (a richiesta), sarà alternata da brevi passeggiate facili (T) a tratti in auto. Anche per questi siti la scala della difficoltà aumenta per l’avvicinamento, ma varranno le stesse indicazioni già sopra menzionate.

COSA VEDREMO

L’escursione ci permetterà di curiosare negli ambienti delle selvagge forre, le opere di ingegneria idraulica d’epoca romana, ammirando la loro grandiosità. Tra felci, muschi e cascatelle immensi ruderi si elevano a mostrare la maestria tecnica dei romani.

Si partirà dal piccolo e grazioso parco archeologico del restaurato Ponte Amato, su cui transitava l’antica Via Prenestina, per poi passare al “sentiero degli Acquedotti”, allestito per merito del Comune di Gallicano. Una strada sterrata ben tenuta, ci porterà ad ammirare una serie di grandiosi ponti di acquedotti romani (Ponte della Bullica per l’Aqua Marcia, Ponte Pischero per l’Anio Vetus, Ponte Caipoli per l’Aqua Marcia, Ponte Taulella per l’Anio Vetus) su archi proiettati a scavalcare rigogliose e profonde forre. Nel percorso non mancheranno le curiosità come pozzi e gallerie di servizio, o impercettibili resti di un complesso termale forse ancora sepolto, rovine di cisterne o incontrare basolati delle antiche vie e cippi dell’Anio Vetus. Sarà possibile visitare la lunga galleria di servizio dell’Aqua Marcia alla Bullica con attrezzatura speleo (casco + luce) messa a disposizione del team di Tesori del Lazio. Se il tempo di visita, prima dell’orario previsto per il pranzo, ce lo permette, potremmo proseguire per il fianco di colle Tocca Carlo dove incontreremo il basolato dell’antica strada, una cascata tra i resti di un ponte fino alle vasche del mulino di Mole di Pance. Il pranzo al sacco e il rientro al Ponte Amato segnerà la conclusione della giornata.

Per chi vorrà proseguire (a richiesta) anche per il resto della giornata ci sarà la eventuale possibilità, utilizzando le auto per piccoli spostamenti nel territorio, di visitare e ammirare altri grandiosi o diruti ponti. Si potrà procedere con le auto alla sterrata per il Ponte degli Archi (ancora sull’Anio Vetus) e il ponte San Pietro (per l’Aqua Marcia) e le Forme Rotte (resti del ponte per l’Aqua Claudia) posti nel territorio limitrofo a Gallicano nel Lazio. Rientrando con le auto si potrà raggiungere, poi, l’alto Ponte Sant’Antonio (sull’Anio Novus).

COSA SERVE

Come sempre scarpe da trekking, abbigliamento comodo da outdoor, occorrente per il pranzo "al sacco". Sono previste soste in paese per la colazione e a fine tour.

Consigliabile una piccola torcia (con batterie cariche) per chi volesse “curiosare” all’interno dei cunicoli e gallerie di servizio scavati dai romani. Eventuali caschi di tipo speleo saranno forniti, a turno, di volta in volta dal personale del Team di Tesori del Lazio.

CHI PUÒ PARTECIPARE E PRENOTAZIONI

Le uscite sono dedicate ai soci dell’Associazione Tesori del Lazio, ma se avete amici portateli con voi, sono aperte a tutti gli interessati!

Chi non è ancora socio potrà associarsi in via eccezionale direttamente al momento dell’appuntamento. Se avete il nominativo qualche giorno prima metteteci in contatto e potremmo velocizzare le pratiche per l’emissione della tessera e l’assicurazione. Chi non è ancora socio deve prenotarsi inviando una mail all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it indicando nome, cognome, età e recapiti telefonici.

I non soci potranno al momento scegliere se usufruire della vostra stessa promozione (socio ordinario 30€ compresa assicurazione base, 5 uscite outdoor a scelta, convenzioni ed accesso alla sezione riservata del sito web) oppure della promozione dell’autunno (iscrizione una tantum 10€ compresa assicurazione base e convenzioni e pagamento in loco di volta in volta di 8€ per ciascuna uscita outdoor). Come sempre la tessera avrà validità 365 giorni dal momento dell’emissione.

I soci possono invece prenotarsi direttamente sul form on line (con il numero di tessera definitivo o provvisorio) posto in fondo alla presente pagina oppure via mail all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it. Riportare in entrambi i casi il numero di cellulare per le comunicazioni urgenti.

DURATA

Il tour base si concluderà nelle primissime ore del pomeriggio. Su richiesta di chi volesse proseguire sarà possibile prolungare l’orario del rientro e visitare gli altri siti già indicati in COSA VEDREMO

GLI APPUNTAMENTI

Per chi parte da Roma primo appuntamento (solo su richiesta) ore 8.10 a Roma presso San Giovanni in Laterano, sotto la statua di San Francesco.

Secondo appuntamento ore 9.00 dopo l’uscita Tivoli (RM) dell'autostrada A24 (Roma-L’Aquila) - al parcheggio di un locale in legno (bar, panini, wurstel etc) di fronte ad un concessionario FIAT a destra lungo la SP Maremmana Inferiore, 350 metri in direzione Tivoli dopo il primo bivio dal casello. Se vuoi vedere dove clicca su http://goo.gl/maps/XGbz8

Ultimo appuntamento e partenza ore 9.45, sulla SP56a poco fuori il borgo di Gallicano nel Lazio (RM) al parcheggio del piccolo parco archeologico del Ponte Amato sulla antica via Prenestina (altezza di via di Ponte Amato 2) dopo la Tagliata di Santa Maria di Cavamonte. Se vuoi vedere dove clicca su http://goo.gl/maps/256hJ

ESCLUSIONE, ANNULLAMENTO E/O VARIAZIONI:

L’evento si terrà con minimo 5 partecipanti/soci escluso il personale di staff di Tesori del Lazio. Il programma può subire annullamenti o variazioni a causa di avverse condizioni atmosferiche. E utile quindi tenere d’occhio il meteo nei giorni precedenti, scriverci in caso di dubbi, e controllare il vostro cellulare poiché vi informeremo tempestivamente con un sms in caso di annullamento, oltre che le pagine dei social media di riferimento e il sito istituzionale.

COME COMPORTARSI:

Rispettate gli appuntamenti e gli orari previsti per le varie fasi dell’evento Outdoor, evitate di causare disguidi e ritardi al gruppo; rispettate l’ambiente naturale e mantenete inalterate le caratteristiche storico-archeologiche del luogo frequentato. Tutti i partecipanti all’evento Outdoor devono sempre prestare la massima collaborazione e solidarietà costruttiva. Iscrivendosi agli eventi Outdoor i partecipanti accettano e si impegnano ad osservare le norme del “Vademecum TESORI DEL LAZIO OUTDOOR” e tutte le prescrizioni ed indicazioni riportate nelle eventuali schede informative e tecniche relative.

INFO:

Per qualsiasi informazione, chiarimenti e/o prenotazioni scrivere a outdoor@tesoridellazio.it

Fateci sapere se verrete con noi... e se siete Soci di Tesori del Lazio utilizzate l’apposito form di prenotazione dell’evento Outdoor posto in fondo a questa pagina!

IMPORTANTE:

Se avete intenzione di venire la conferma DEFINITIVA dovrà essere comunque tramite mail indirizzata a outdoor@tesoridellazio.it o con il modulo di prenotazione sopra richiamato riportando anche il numero del Vs. cellulare per eventuali accordi e comunicazioni dell’ultimissimo minuto. Diversamente, la sola conferma tramite commento al link o utilizzando il tasto "partecipo" nella scheda evento di Facebook, non sarà presa in considerazione per l'appuntamento.

Questa modalità vale per tutti anche per coloro che hanno già partecipato ai precedenti eventi outdoor.

 

 

 

 

 

Visualizza "Gallicano nel Lazio (RM) – Alla riscoperta degli antichi acquedotti romani nel territorio prenestino"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Prenotati per questo outdoor

Devi eseguire il login per poterti prenotare per questa uscita
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica