Ferentino (FR) – Un bosco nasconde un grande castello e tutt’intorno è storia

  • DISLIVELLO
  • TEMPO DI ESCURSIONE
  • LUNGHEZZA ITINERARIO
  • LIVELLO DIFFICOLTA'
  • CHI PUO' PARTECIPARE

Fortificazioni dimenticate: Il medioevo tra oblio e ricordo di antichi borghi e castelli sulla Valle del Sacco

Ferentino - FR - Porciano vecchio ruderi - Foto di G. Garofoli (10-2011)

Ferentino (FR) - Un bosco nasconde un grande castello e tutt’intorno è storia della Valle del Sacco

Tra fascino e mistero non si potrà rimanere indifferenti di fronte ai resti immersi nel verde del borgo medievale di Porciano, posto sulla sommità dell’omonimo monte tra Fiuggi e Ferentino (FR). Nel bosco curioseremo tra quanto rimane del borgo arroccato che contava ben cinque chiese.

Ma prima di avventurarci tra i ruderi della roccaforte di Porciano visiteremo altri insediamenti medievali ormai diruti ma di importanza strategica. Partiremo dai ruderi dell’enorme castello di Piombinara, oggi a guardia della Roma-Napoli, l’antico castrum Fluminariae posto a controllo del fiume Sacco, per poi  osservare quanto rimane della possente struttura chiusa del castello di Colleferro (RM). Passeremo poi all’interno del Monumento Naturale Selva di Paliano (FR) i ruderi della Mola de’ Piscopi con la sua alta e massiccia torre di controllo.

Arriveremo poi all’insediamento di Porciano Vecchio, antico borgo medievale tra i più grandi della zona. Si hanno notizie documentate già prima dell’anno Mille come validissima roccaforte di difesa. Il borgo fu lentamente abbandonato dai Porcianesi nel XVI secolo a causa della tirannia del signorotto locale al punto che il castello fu assalito e saccheggiato dalla popolazione e fu chiesta l’esecuzione a Pio II del perfido tiranno, ma quest’ultimo non la concesse… Un doveroso giro di esplorazione tra la vegetazione e i ruderi dell’antico castello, che ancora oggi domina quanto rimane del vecchio abitato, fermerà questa giornata nei vostri ricordi…

Nel pomeriggio una visita straordinaria del Castello di Fumone (FR), dominante la Valle del Sacco, ove fu rinchiuso fino alla fine dei suoi giorni il papa Celestino V, tra le diverse affascinanti Sale del Piano Nobile, la cella/Santuario del papa Celestino V e la visita ai mirabili giardini pensili circondati da una vista mozzafiato sul paesaggio ciociaro completerà la ricca giornata.

ULTIMA DATA: 18/05/2013  PROSSIMA DATA: da definire

Ferentino (FR) - Un bosco nasconde un grande castello e tutt’intorno è storia della Valle del Sacco - EVENTO OUTDOOR 18052013

Presto dettagli sull'evento di Facebook cliccando qui oppure di seguito:  

Tesori del Lazio propone un nuovo Raduno Outdoor sabato 18 Maggio - Fortificazioni dimenticate: Il medioevo tra oblio e ricordo di antichi borghi e castelli che si svolgerà prevalentemente nella zona di Ferentino (FR) ma che contemplerà diversi insediamenti affacciati sulla Valle del Sacco. L’evento a richiesta sarà ripetuto domenica 19 maggio pv

 

La zona che domina la Valle del Sacco a partire dai territori di Colleferro (RM) presenta numerosissime evidenze storico-archeologiche legate al fenomeno dell’incastellamento. Partiremo con la scoperta dell’insediamento fortificato di Piombinara, posto a controllo del Fiume Sacco. Ci trasferiremo poi nelle vicinanze per osservare quanto rimane della possente struttura chiusa del castello Conti di Colleferro (RM). Si passerà così nel vicino  Monumento Naturale Selva di Paliano (FR) tra i ruderi della Mola de’ Piscopi con la sua alta e massiccia torre di controllo posta sul fiume Sacco. Arriveremo poi nella montagna che sovrasta il Lago di Canterno, per cercare quanto rimane dell’insediamento di Porciano Vecchio, antico borgo medievale tra i più grandi della zona. Qui troveremo il tempo per un bel giro di esplorazione tra la vegetazione e i ruderi dell’antico castello, che ancora oggi domina quanto rimane del vecchio abitato,

Nel pomeriggio finiremo la giornata con una visita straordinaria del Castello di Fumone (FR), dominante la Valle del Sacco, addentrandoci tra le affascinanti Sale del Piano Nobile, la cella/Santuario del papa Celestino V e la visita ai mirabili giardini pensili ascoltando di leggende e curiosità oltre ogni aspettativa…    

-   QUINTO OUTDOOR TESORI DEL LAZIO 2013

DOVE ANDREMO?

In luoghi dove il controllo del Fiume Sacco e la sua rigogliosa valle hanno determinato la nascita di floridi insediamenti il incastellamento medievale ha lasciato tracce evidenti. Qui la storia e l’archeologia si fondono lasciandoci mirabili testimonianze nascoste dalla vegetazione che a forza e talvolta con la complicità dell’incuria cerca di riprendersi quanto nei secoli scorsi l’uomo si prese…

DIFFICOLTÀ DEL PERCORSO

È una giornata in cui potrete portare anche i vostri ragazzi . Il percorso è parzialmente su strade campestri e/o sentieri parzialmente in piano, con semplici e pertanto considerato facile (T), ovviamente l’avvicinamento ai resti dei castelli, delle loro mura, delle case dei borghi, tra mura e muretti non sempre è agevole e comodo, così come il curiosare tra le numerose cavità, cunicoli, cisterne o alle grotte/cantine, per la natura dei luoghi umidi e per la mancanza di appoggi in sicurezza con mancorrenti fissi, può far aumentare, seppur talvolta di soli pochi metri, il grado di difficoltà da escursionisti (E) a escursionisti esperti (EE). Ciò non deve impensierire nemmeno i più inesperti, parliamo di piccolissimi tratti che con i nostri consigli e aiuti si riveleranno molto più semplici.

COSA VEDREMO

La zona che domina la Valle del Sacco a partire dai territori di Colleferro (RM) presenta numerosissime evidenze storico-archeologiche legate al fenomeno dell’incastellamento. Partiremo con la scoperta dell’insediamento fortificato di Piombinara, posto a controllo del Fiume Sacco  (da qui il nome dell’antico castrum: Fluminariae) e oggi ahinoi a guardia della Roma-Napoli.  Ci trasferiremo poi nelle vicinanze per osservare quanto rimane della possente struttura chiusa del castello Conti di Colleferro (RM), posto su una collinetta a breve distanza dal centro abitato. Passeremo così, dopo un breve tragitto, all’interno del vicino Monumento Naturale Selva di Paliano (FR) tra i ruderi della Mola de’ Piscopi con la sua alta e massiccia torre di controllo posta sul fiume Sacco e citata da Ferdinand Gregorovius nei suoi “Itinerari  laziali” del 1858, come luogo posto in posizione molto pittoresca. Arriveremo poi nella montagna che sovrasta il Lago di Canterno, per cercare quanto rimane dell’insediamento di Porciano Vecchio, antico borgo medievale tra i più grandi della zona. Si hanno notizie documentate già prima dell’anno Mille come validissima roccaforte di difesa. Il borgo fu lentamente abbandonato dai Porcianesi nel XVI secolo a causa della tirannia del signorotto locale al punto che il castello fu assalito e saccheggiato dalla popolazione e fu chiesta l’esecuzione del perfido tiranno a Pio II Piccolomini, ma quest’ultimo non la concesse… Un doveroso giro di esplorazione tra la vegetazione e i ruderi dell’antico castello, che ancora oggi domina quanto rimane del vecchio abitato, fermerà questa giornata nei vostri ricordi…

Nel pomeriggio finiremo la ricca giornata con una visita straordinaria del Castello di Fumone (FR), dominante la Valle del Sacco, ove fu rinchiuso fino alla fine dei suoi giorni il papa Celestino V, tra le diverse affascinanti Sale del Piano Nobile, la cella/Santuario del papa Celestino V e la visita ai mirabili giardini pensili circondati da una vista mozzafiato sul paesaggio ciociaro. Non mancheranno di certo le leggende e le storie fantastiche intorno a questi luoghi…

COSA SERVE

Come sempre scarpe da trekking, abbigliamento comodo da outdoor, impermeabile nello zaino e quanto occorrente per il pranzo "al sacco". Sono previste soste in paese per la colazione e a fine tour.

Consigliabile una piccola torcia (con batterie cariche) per chi volesse “curiosare” all’interno delle grotte/cantine o cunicoli..

CHI PUÒ PARTECIPARE E PRENOTAZIONI

Le uscite sono dedicate ai soci dell’Associazione Tesori del Lazio, ma se avete amici portateli con voi, sono aperte a tutti gli interessati!

Chi non è ancora socio potrà associarsi compilando il modulo di richiesta adesione qui scaricabile  seguendo le istruzioni che trova su http://www.tesoridellazio.it/associarsi.php . Oppure potrà associarsi in via eccezionale direttamente al momento dell’appuntamento. Se avete il nominativo qualche giorno prima contattateci e potremmo velocizzare le pratiche per l’emissione della tessera e l’assicurazione. Chi non è ancora socio deve prenotarsi inviando una mail all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it indicando nome, cognome, età e recapiti telefonici.

I non soci potranno al momento scegliere se usufruire della promozione come socio ordinario (30€ compresa assicurazione base, 5 uscite outdoor a scelta, convenzioni ed accesso alla sezione riservata del sito web) oppure della promozione speciale (iscrizione una tantum 10€ compresa assicurazione base e convenzioni e pagamento in loco di volta in volta di 8€ per ciascuna uscita outdoor). Come sempre la tessera avrà validità 365 giorni dal momento dell’emissione.

I soci possono invece prenotarsi direttamente sul form on line (con il numero di tessera definitivo o provvisorio) posto in fondo alla presente pagina oppure via mail all’indirizzo outdoor@tesoridellazio.it. Riportare in entrambi i casi il numero di cellulare per le comunicazioni urgenti.

DURATA

Il tour si concluderà nel pomeriggio con l’arrivo a Fumone (FR) per la visita al castello con la visita guidata alle numerose sale del Piano Nobile e all’incantevole giardino pensile.

GLI APPUNTAMENTI

Per chi parte da Roma primo appuntamento (solo su richiesta) ore 8.30 a Roma presso San Giovanni in Laterano, sotto la statua di San Francesco. Se vuoi vedere dove clicca su http://goo.gl/maps/Bnxci

Ultimo appuntamento, con partenza per la vicina zona dell’escursione, alle ore 9.45, da Colleferro (RM), lungo la SS 6 Via Casillina, di fronte all’uscita “Colleferro” dell’A1, direzione Colleferro “Centro”/Frosinone, nelle vicinanze del Bar Tabacchi Tavola Calda “Pollini”, di fronte alla rotonda con la fontana ed il razzo vettore Vega dell’Esa donato alla Città dello Spazio di Colleferro. Se vuoi sapere dove clicca su  http://goo.gl/maps/TU3Of

IMPORTANTE: Gli appuntamenti sono esclusivi per quanti ci comunicheranno precedentemente l’adesione all’evento ed il luogo di appuntamento preferito. Aspetteremo solo chi ci ha confermato la partecipazione.

ESCLUSIONE, ANNULLAMENTO E/O VARIAZIONI

L’evento si terrà con minimo 8 partecipanti/soci escluso il personale di staff di Tesori del Lazio.

Per motivi di organizzazione della visita al Castello di Fumone, il termine ultimo per la prenotazione sarà Venerdì 17 maggio alle 19.30. Se entro questo termine non si raggiunge il numero minimo di partecipanti l’evento sarà annullato.

Il programma può subire annullamenti o variazioni anche a causa di avverse condizioni atmosferiche. E utile quindi tenere d’occhio il meteo nei giorni precedenti, scriverci in caso di dubbi, e controllare il vostro cellulare poiché vi informeremo tempestivamente con un sms in caso di annullamento, oltre che le pagine dei social media di riferimento e il sito istituzionale.

COME COMPORTARSI

Rispettate gli appuntamenti e gli orari previsti per le varie fasi dell’evento Outdoor, evitate di causare disguidi e ritardi al gruppo; rispettate l’ambiente naturale e mantenete inalterate le caratteristiche storico-archeologiche del luogo frequentato. Tutti i partecipanti all’evento Outdoor devono sempre prestare la massima collaborazione e solidarietà costruttiva. Iscrivendosi agli eventi Outdoor i partecipanti accettano e si impegnano ad osservare le norme del “Vademecum TESORI DEL LAZIO OUTDOOR” e tutte le prescrizioni ed indicazioni riportate nelle eventuali schede informative e tecniche relative.

INFO

Per qualsiasi informazione, chiarimenti e/o prenotazioni scrivere a outdoor@tesoridellazio.it

Fateci sapere se verrete con noi... e se siete Soci di Tesori del Lazio utilizzate l’apposito form di prenotazione dell’evento Outdoor posto in fondo a questa pagina!

IMPORTANTE

La visita guidata con apertura straordinaria al Castello di Fumone si paga direttamente all’ingresso al castello.

Se avete intenzione di venire la conferma DEFINITIVA dovrà essere comunque tramite mail indirizzata a outdoor@tesoridellazio.it o con il modulo di prenotazione sopra richiamato riportando anche il numero del Vs. cellulare per eventuali accordi e comunicazioni dell’ultimissimo minuto. Diversamente, la sola conferma tramite commento al link o utilizzando il tasto "partecipo" nella scheda evento, non sarà presa in considerazione per l'appuntamento.

Questa modalità vale per tutti anche per coloro che hanno già partecipato ai precedenti eventi outdoor

Grazie a tutti!

Visualizza "Ferentino (FR) – Un bosco nasconde un grande castello e tutt’intorno è storia"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Prenotati per questo outdoor

Devi eseguire il login per poterti prenotare per questa uscita
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica