Escursione nel Parco dei Monti Sibillini al Lago di Pilato da Forca di Presta (AP)

  • DISLIVELLO 1036 mt totali circa
  • TEMPO DI ESCURSIONE 7 ore circa, soste incluse
  • LUNGHEZZA ITINERARIO 10 km totali circa
  • LIVELLO DIFFICOLTA' E (escursionistica)
  • CHI PUO' PARTECIPARE Le uscite sono dedicate ai soci dell’Associazione Tesori del Lazio, ma chiunque fosse interessato può diventare facilmente e velocemente socio di Tesori del Lazio. Leggi come fare nel dettaglio!

Escursione tra montagna e natura

Escursione fuori regione alla scoperta della selvaggia natura del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Ecco una nuova imperdibile escursione in montagna con Tesori del Lazio, prevista per sabato 8 giugno , che vi porterà in uno tra i “Tesori Intorno al Lazio”: il Lago di Pilato da Forca di Presta nella regione Marche.

Sarà un'escursione nel massiccio dei Sibillini, sotto il Monte Vettore (2476 m), il Monte Sibilla (2.175m.) e la cima del Redentore (2448 m.). Scenderemo al lago di Pilato, un lago naturale di origine glaciale, caratterizzato da un prezioso endemismo: il famoso chirocefalo del Marchesoni, un piccolo "gamberetto" unico e tipico del solo Lago di Pilato. Giornata adatta anche ai ragazzi ma solo se "allenati" ad una passeggiata con salita in montagna.

L'escursione sarà tutto il giorno all'interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini in un territorio tristemente ancora martoriato dal recente terremoto del 2016. Anche il territorio del Parco ha infatti subito gravi danni dal sisma del 2016 e, ancora oggi, alcuni Centri storici sono zona rossa (non accessibili) e alcune strade di accesso sono chiuse al transito.

Non dimenticate che saremo tutto il giorno sopra i 2000 metri, che dato il clima ancora non pienamente primaverile potremmo trovare lunghi tratti innevati e che le temperature anche in questo periodo possono improvvisamente scendere anche sotto i 5°C a causa di raffiche di vento e anche lo stesso tempo potrebbe subire repentini cambiamenti. Per questo consigliamo un abbigliamento a strati e di portare con voi un caldo pile ed una giacca impermeabile da tenere nello zaino.

Sabato 8 giugno non perdete, l'escursione alla scoperta delle meraviglie del Parco dei Monti Sibillini

-- VENTUNESIMO OUTDOOR TESORI DEL LAZIO 2019 --

DESCRIZIONE

Indimenticabile escursione di vera montagna, tra la selvaggia natura del Parco, rocce e ripidi pendii erbosi, nel cuore dei Monti Sibillini, all'interno dell'omonimo Parco Nazionale dei Monti Sibillini, istituito nel 1993. 

Scopriremo la diversità della vegetazione man mano che si sale verso le cime più elevate, verso le aree di pascolo. Con un po' di attenzione e fortuna, potremmo riuscire ad individuare, tra i pascoli al limite dei ghiaioni e delle zone detritiche, il genepì dell'Appennino e la stella alpina dell'Appennino (Leontopodium alpinum subsp. nivale).

Saremo in una zona ritenuta nel medioevo in tutta Europa come regno di demoni, negromanti e fate.  Luoghi dove fiorirono numerose leggende, tra cui quelle della Sibilla, "la profetessa" che viveva in una grotta sita sull’omonimo monte e quella di Pilato secondo la quale il corpo esanime del famoso procuratore romano fu trascinato da alcuni bufali nelle acque rosseggianti del "demoniaco" lago.

L'escursione parte dal parcheggio di Forca di Presta (1540 m. slm) nel territorio di Arquata del Tronto (AP).
Si sale con continuità lungo il sentiero del Parco Nazionale n.101, un comodo sentiero ma con salita costante. La prima meta sarà la vetta Croce Zilioli (1922 m. slm). Dopo circa 3 km si giunge alla vetta del M. Vettoretto (2052 m. slm). Un ultimo "strappo" di poco meno di 200 metri di dislivello ci porterà al piccolo rifugio Tito Zilioli (2240 m. slm), da dove il sentiero continua verso il Monte Vettore (2476 m. slm). Noi, dopo aver ammirato il panorama da un lato sulla Piana di Castelluccio e dall'altro sul circo glaciale del Lago di Pilato, scenderemo per un sentiero, all'inizio poco evidente (ma poi il sentiero si farà sempre più visibile tra il ghiaione) e dopo poco tempo arriveremo a lambire le sponde del lago di Pilato (1941 m. slm) nel territorio di Montemonaco (AP).

Il lago è il più alto lago glaciale dell'Appennino, riconoscibile dalla particolare conformazione a occhiale (o a otto). Stretto in una valle glaciale è circondato dalle più alte vette dei Monti Sibillini tra cui il Monte Vettore e la Cima del Redentore. Nelle sue acque vive un animale unico nel suo genere, un "gamberetto", il chirocefalo del Marchesoni, protetto e motivo del divieto di balneazione presente nel lago.
Il ritorno è per la stessa via dell'andata. Dal lago si risale fino al Rifugio Zilioli e si ridiscende a Forca di Presta.

Il programma può subire annullamenti o variazioni a causa di avverse condizioni atmosferiche ed è quindi utile tenere d’occhio il meteo nelle ore precedenti, contattandoci in caso di dubbi.

Il programma della uscita può infine subire modifiche, nei percorsi o nei luoghi, anche per ragioni non prevedibili che dovessero presentarsi al momento stesso della escursione (come improvvisa inaccessibilità dei luoghi, valutazione locale differente da quella su scala regionale/di settore precedente, meteo avverso, manifestazioni, eventi, ecc) e/o a insindacabile giudizio degli accompagnatori che valutano la sicurezza dei luoghi e la capacità dei partecipanti.

DIFFICOLTÀ DEL PERCORSO

È una giornata accessibile a tutti, ragazzi compresi, purché abbiano mostrato interesse verso le attività all’aria aperta, la natura e le escursioni in generale e siano abituati a stare fuori all'aria aperta per una giornata intera. Considerate poi il dislivello e la lunghezza dell'itinerario.

Il percorso segnato dal Parco, come descritto, si svolge all'andata per lo più su sentiero con costante salita, ma mai estremamente ripida per poi ridiscendere al Lago. Il ritorno è ovviamente in costante salita per un minore tratto rispetto all'andata per poi proseguire fino a Forca di Presta in costante discesa. La lunghezza totale a/r è di circa 10 km, e la lunghezza in generale dell’itinerario non fa aumentare il grado di difficoltà dell'escursione che rimane nella scala media (E). Nessun tratto sarà, mai particolarmente impegnativo, se si seguiranno i nostri consigli. Considerate comunque l'altitudine e le eventuali lingue di neve che potremmo affrontare in orari caldi, che potranno in qualche brevissimo tratto far aumentare la difficoltà a EE.

Puoi vedere come leggere le scale della difficoltà degli itinerari cliccando qui -

Di volta in volta, direttamente sul posto, verranno valutate le condizioni ambientali/meteorologiche per proseguire l’escursione in completa sicurezza. Non ci saranno passaggi esposti o pericolosi, ma la imprevedibilità del clima potrebbe far decidere sul momento eventuali deviazioni o itinerari alternativi, rispetto a quello descritto.

RIASSUNTO INFO PERCORSO

  • Difficoltà dei percorsi : media, con possibili tratti su ghiaione
  • Lunghezza totale itinerarii: 10 km circa a/r
  • Dislivello in salita:  1036 metri circa - (di cui 700 metri circa all'andata e 300 metri al ritorno)
  • Tempo totale di escursione: 7 ore circa, soste comprese
  • Scala difficoltà: E-EE (la EE è da considerarsi solo per eventuali piccole difficoltà nell'attraversare eventuali lingue di neve residua)

APPUNTAMENTI

  • Primo appuntamento alle 06.15 presso il parcheggio di fronte al The Village, raggiungibile proveniendo da Roma dall’autostrada Roma-Aeroporto di Fiumicino, prendendo l’uscita Parco dei Medici (è quindi all’interno del GRA). Se vuoi vedere dove è clicca su http://goo.gl/maps/ggttI 
  • Un secondo appuntamento  alle 06.45 - SOLO SE RICHIESTO - all'esterno del bar Tabacchi Garden lungo la rotonda della Strada Statale n.4 - Salaria, di fronte al civico 1394, a destra venendo dal GRA in direzione Rieti. Se vuoi vedere dove è clicca su https://goo.gl/maps/4eYCPacM3672

  • Un terzo ed ultimo appuntamento alle ore 7.20 al parcheggio del Bar- Tavola Calda - Tabacchi (Bar Nemo dubitat)- in località Osteria Nuova nel comune di Poggio Moiano al km 52,900 (poco decine di metri prima del semaforo del km 53) della SS 4 Salaria - direzione Rieti. Se vuoi vedere dove è clicca su http://goo.gl/maps/YTKp

Agli appuntamenti sarà possibile ottimizzare il numero dei posti auto disponibili e possiamo riservare posti auto per i primi che si prenotano al primo e secondo appuntamento.

Eventuali appuntamenti intermedi non previsti dal programma saranno valutati e concordati direttamente con i partecipanti che ne avranno fatta richiesta.

IMPORTANTE: Gli appuntamenti sono esclusivi per quanti ci comunicheranno precedentemente l’adesione all’evento ed il luogo di appuntamento preferito. Non aspetteremo chi non ha confermato la partecipazione e rilasciato un numero di cellulare.

COSA SERVE

Sono obbligatorie le scarpe da trekking preferibilmente alte e la giacca impermeabile (da tenere con se nello zaino).
Si raccomanda un abbigliamento per escursionismo, comodo e traspirante, ma anche un caldo indumento (pile o equivalente) da tenere nello zaino, in caso di forte abbassamento della temperatura. Sono fortemente consigliati i bastoncini da escursionismo che agevoleranno lo sforzo e scaricheranno parte della stanchezza delle gambe, sulle spalle e le braccia. Acqua (almeno 2 litri), pranzo al sacco e snack energetici o frutta secca (da consumare nelle piccole soste intermedie) ed eventuali guanti di lana, cappello e scaldacollo da tenere nello zaino, e la protezione solare potranno essere utili.

Non sottovalutate l'altitudine dei luoghi che frequenteremo e nemmeno il caldo al sole... Non dimenticate che saremo in salita tra cime che superano i 2000 metri e che le temperature, anche in questo periodo, possono improvvisamente scendere sotto i 5°C a causa di raffiche di vento e per repentini cambiamenti del clima. Per questo consigliamo un abbigliamento a strati e di portare con voi un caldo pile ed una giacca impermeabile da tenere nello zaino. Considerate ad esempio che, sulla cima assolata del Monte Vettoretto e sulla Forca delle Ciaule , la sella nei pressi del rifugio Tito Zilioli, come di consueto, potremmo trovare del freddo ed insistente vento

Sono previste soste per la colazione, per il pranzo e a fine giornata.

ATTENZIONE: gli iscritti all'escursione che risulteranno sprovvisti dell’equipaggiamento sopra elencato saranno esclusi dal partecipare all'escursione stessa!

INFORMAZIONI

Resp.le dell'organizzazione di questo outdoor: Gianni Garofoli (339 19 25 557)
Per qualsiasi informazione, chiarimenti e/o prenotazioni scrivere a outdoor@tesoridellazio.it o chiamare il numero indicato.

IMPORTANTE

Altre informazioni generali su prenotazioni, chi può partecipare, etc le troverete al link https://goo.gl/r4qT2F
Accettando di partecipare all'escursione si dichiara di conoscere ed accettate le regole riportate nel VADEMECUM Outdoor nella sua ultima edizione.

Grazie a tutti!

Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO © 2019 – Tutti i diritti riservati

Visualizza "Escursione nel Parco dei Monti Sibillini al Lago di Pilato da Forca di Presta (AP)"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Prenotati per questo outdoor

Devi eseguire il login per poterti prenotare per questa uscita
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica