Archeotrekking nel Parco del Treja tra natura e archeologia

  • DISLIVELLO 120 mt circa
  • TEMPO DI ESCURSIONE 6 ore circa, soste incluse
  • LUNGHEZZA ITINERARIO 10 km circa
  • LIVELLO DIFFICOLTA' E (escursionistica)
  • CHI PUO' PARTECIPARE Le uscite sono dedicate ai soci dell’Associazione Tesori del Lazio, ma chiunque fosse interessato può diventare facilmente e velocemente socio di Tesori del Lazio. Leggi come fare nel dettaglio!

Escursione nel Parco Regionale Valle del Treja tra natura e archeologia

Tesori del Lazio propone un itinerario outdoor aperto a tutti, adulti e ragazzi, l'escursione, per Domenica 31 Marzo nei territori dei comuni di Faleria, Mazzano Romano e Castel Sant’Elia, lungo le antiche vie di comunicazione dell’area Falisca che univano gli antichi insediamenti rupestri sino ai castelli a guardia strategica delle forre e delle vie di commercio.
Tra forre selvagge e pianori boscosi incontreremo le tracce della storia che resero famose queste terre, oggi ricche del fascino del tempo trascorso.
Domenica 31 Marzo pv non perdere l'archeotrekking nel Parco Regionale Valle del Treja tra natura e archeologia lungo il corso del Fiume Treja per raggiungere castelli abbandonati e tagliate etrusche

-- QUINDICESIMO OUTDOOR TESORI DEL LAZIO 2019 --

 

DESCRIZIONE

Sarà una escursione tra storia e natura, tra boschi e forre, per vivere la natura del Parco del Treja e conoscere alcuni dei siti archeologici più affascinanti, dove storia e natura si fondono, e dove ammirare le ardite imprese costruttive di chi visse in quei luoghi.

Nel corso del trekking avremo la possibilità di raggiungere:

•  La selvaggia Forra del Treja 
In uno dei suoi tratti più affascinanti e selvaggi, in particolare guaderemo il Treja nel punto strategico di attraversamento controllato dal Castello dell'Agnese.

• I resti del Castello dell’Agnese (o Incastellamento dell’Agnese)
Citato in un documento del 1427, in cui è descritto come “tenimentum castri inabitati vocati Agnese”. fu eretto su uno sperone di roccia a controllo del Treja, di uno dei possibili guadi e collegamento con la Via Narcense. Sulle pareti dello sperone tufaceo furono scavate numerose grotte a scopo abitativo, segno appunto del fenomeno dell'incastellamento che si verificò intorno al 1000. Fu di proprietà della Chiesa di Clemente IX e della famiglia Del Drago (1786).

• I resti del Castel D’Ischia
I piccoli pianori sugli speroni tufacei, creati da profonde e rigogliose forre scavate dagli affluenti del Treja, furono scelti, per la naturale semplice protezione che offrono su 3 lati, per i primi insediamenti etrusco-falisci: i “pagi“.
Alcuni di essi, per le naturali caratteristiche di protezione o per la posizione strategica, proseguono a vivere nel medioevo innalzando mura e torri di avvistamento, dando luogo al fenomeno dell’incastellamento delle valli del Treja. Il sito di Castel d’Ischia è posto all’estremità di un ampio pianoro con versanti estremamente ripidi scavati dalla confluenza del Fosso di capo Rio con Fosso Cerreto, affluenti del fiume Treja.
Quel che rimane del castello mostra chiare strutture murarie, a blocchi squadrati di tufo, prive di malta e riferibili al XI secolo e successivi rimaneggiamenti fino al XIV secolo. Alcuni documenti riportano il castello tra i soggetti obbligati alla tassa del sale e del focatico nel 1348 e ancora nel 1416, ma altri documenti lo citano già diruto nel gennaio 1549.

• La via cava del Castel D’Ischia
Univa il pianoro del castello col fondovalle, attraverso una tagliata nel tufo di origine falisca e sulla quale ancora oggi è possibile leggere delle antiche iscrizioni purtroppo manomesse. Lungo via cava partiva anche una più stretta tagliata che terminava direttamente i piedi dell’antico insediamento medievale.

Il programma può subire annullamenti o variazioni a causa di avverse condizioni atmosferiche ed è quindi utile tenere d’occhio il meteo nelle ore precedenti, contattandoci in caso di dubbi.

Il programma della uscita può inoltre subire modifiche, nei percorsi o nei luoghi, anche per ragioni non prevedibili che dovessero presentarsi al momento stesso della escursione (come improvvisa inaccessibilità dei luoghi, valutazione locale differente da quella su scala regionale/di settore precedente, meteo avverso, manifestazioni, eventi, ecc) e/o a insindacabile giudizio degli accompagnatori che valutano la sicurezza dei luoghi e la capacità dei partecipanti.

DIFFICOLTÀ DEL PERCORSO

È una giornata in cui potrete portare anche i vostri ragazzi, purché abbiano mostrato interesse verso le attività all'aria aperta, alla natura e alle escursioni in generale. Ed abbiano un minimo di resistenza al camminare! Vi ricordiamo di considerare sempre per i vostri ragazzi anche la lunghezza totale del percorso.
Il percorso outdoor è considerato in generale di tipo escursionistico (E)  - vedi come leggere le scale della difficoltà degli itinerari cliccando qui -  con alcuni brevi tratti con pendenza più accentuata.

Di volta in volta, direttamente sul posto, verranno valutate le condizioni ambientali/meteorologiche per proseguire l’escursione in completa sicurezza. Non ci saranno passaggi esposti o pericolosi, ma la imprevedibilità del clima potrebbe far decidere sul momento eventuali deviazioni o itinerari alternativi, rispetto a quello descritto.

RIASSUNTO INFO PERCORSO

  • Lunghezza totale10 km circa
  • Altitudine massima: 200 m s.l.m. circa
  • Altitudine minima: 80 m s.l.m. circa
  • Dislivello totale: circa 700 m (come guadagno complessivo di quota)
  • Tempo totale di escursione6 ore circa, soste comprese
  • Difficoltà percorso: facile
  • Scala difficoltàE (escursionistico) - per l'80% si tratta di sentiero E (escursionistico) su pianoro o fondovalle - solo alcune risalite avvengono per brevi tratti su percorsi EE.
  • Pendenza media: 10 %
  • Pendenza massima:  50 %

APPUNTAMENTI

Primo appuntamento alle 8.00 a Roma a Piazza Lodi raggiungibile anche dalla Metropolitana linea C. Se vuoi vedere dove è clicca su https://goo.gl/maps/Dk9UJbEDrWD2 

Secondo appuntamento alle 9.00 presso il parcheggio dell'area commerciale "Le Rughe", raggiungibile provenendo da Roma dal G.R.A. e prendendo la S.S.2bis - Cassia Veientana - superare l'uscite di Formello e Cesano, dopo circa 500mt sulla destra, passato il Km 13,00 circa, prendere l'uscita per il Centro commerciale "Le Rughe" - appuntamento al parcheggio di fronte al bar pasticceria. Se vuoi vedere dove è clicca su https://goo.gl/maps/XPadBNizNE72

Terzo appuntamento alle 9.30 a Mazzano Romano  - su richiesta - Se vuoi vedere dove è clicca su https://goo.gl/maps/1DDW84UJfKu

Agli appuntamenti sarà possibile ottimizzare il numero dei posti auto disponibili e possiamo riservare posti auto per i primi che si prenotano al primo appuntamento.
Eventuali appuntamenti intermedi non previsti dal programma saranno valutati e concordati direttamente con i partecipanti che ne avranno fatta richiesta.

IMPORTANTE: Gli appuntamenti sono esclusivi per quanti ci comunicheranno precedentemente l’adesione all'evento ed il luogo di appuntamento preferito. Non aspetteremo chi non ha confermato la partecipazione e rilasciato un numero di cellulare per eventuali contatti.

COSA SERVE

Sono obbligatorie le scarpe da trekking e la giacca impermeabile nello zaino. Si raccomanda un abbigliamento per outdoor adatto all’escursionismo, comodo e traspirante, preparato anche in base alle condizioni meteo che vi consigliamo di verificare, e quanto occorrente per il pranzo "al sacco".  E’ possibile che ci siano dei tratti fangosi quindi sono consigliabili scarpe alte da trekking, e, magari un cambio di scarpe al ritorno alle macchine..

ATTENZIONE: gli iscritti all'escursione che risulteranno sprovvisti dell’equipaggiamento sopra elencato saranno esclusi dal partecipare all'escursione stessa!

INFORMAZIONI

Resp.le dell'organizzazione di questo outdoor: Massimo Pesci (335 5292284
Per qualsiasi informazione, chiarimenti e/o prenotazioni scrivere a outdoor@tesoridellazio.it o chiamare Massimo Pesci (335 5292284) o Gianni Garofoli (339 1925557).

IMPORTANTE

Altre informazioni generali su prenotazioni, chi può partecipare, etc le troverete al link https://goo.gl/r4qT2F
Accettando di partecipare all'escursione si dichiara di conoscere ed accettate le regole riportate nel VADEMECUM Outdoor nella sua ultima edizione.

Grazie a tutti!

Testi elaborati da TESORI DEL LAZIO © 2019 – Tutti i diritti riservati

Visualizza "Archeotrekking nel Parco del Treja tra natura e archeologia"
sulla nostra mappa interattiva

Nei dintorni....

Prenotati per questo outdoor

Devi eseguire il login per poterti prenotare per questa uscita
C'è un Tesoro in ogni dove
Scopri la nostra Mappa Interattiva

Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale "Tesori del Lazio" - © Tutti i diritti riservati -
C.F. 97678830585 - Via Laura Mantegazza 45 - 00152 ROMA - Fax 06 99335415 - Iscriz. n. 164063 del Registro Nazionale CONI e Affiliata CSEN

web design Easy Grafica